L'Unione Europea è profondamente scioccata e in lutto dopo gli attacchi terroristici a Parigi. Si tratta di un attacco contro tutti noi. Affronteremo questa minaccia insieme, con tutti i mezzi necessari e con incrollabile determinazione.

La Francia è una grande e forte nazione. I suoi valori di libertà, uguaglianza e fraternità hanno ispirato ed ispirano l'Unione Europea. Oggi noi ci schieriamo al fianco del popolo francese e del governo di Francia. Questo atto terroristico disprezzabile otterrà il risultato opposto di quello che si prefiggeva, che era dividere, spaventare e seminare odio.

Il bene è più forte del male. Faremo tutto ciò che è possibile fare a livello europeo per garantire la sicurezza della Francia. Faremo tutto ciò che è necessario per vincere l'estremismo, il terrorismo e l'odio.

Così e con queste parole il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha manifestato la profonda commozione di tutta l'Europa per gli attacchi di Parigi.

Di seguito, anche la dichiarazione congiunta del commissario all'immigrazione Avramopoulos, del Ministro francese Cazeneuve e del Vice Primo ministro Schneider - in rappresentanza della presidenza lussemburghese del Consiglio dell'Ue - dopo gli attentati del 13 novembre. Oltre a parole di solidarietà e condanna, annunciano la riunione straordinaria del Consiglio "Giustizia e Affari interni" il 20 novembre, per dare una risposta europea forte e unitaria a quanto accaduto.

 

L'Unione Europea è profondamente scioccata e in lutto dopo gli attacchi terroristici a Parigi. Si tratta di un attacco contro tutti noi. Affronteremo questa minaccia insieme, con tutti i mezzi necessari e con incrollabile determinazione.

La Francia è una grande e forte nazione. I suoi valori di libertà, uguaglianza e fraternità hanno ispirato ed ispirano l'Unione Europea. Oggi noi ci schieriamo al fianco del popolo francese e del governo di Francia. Questo atto terroristico disprezzabile otterrà il risultato opposto di quello che si prefiggeva, che era dividere, spaventare e seminare odio.

Il bene è più forte del male. Faremo tutto ciò che è possibile fare a livello europeo per garantire la sicurezza della Francia. Faremo tutto ciò che è necessario per vincere l'estremismo, il terrorismo e l'odio.

Così e con queste parole il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker ha manifestato la profonda commozione di tutta l'Europa per gli attacchi di Parigi.

Di seguito, anche la dichiarazione congiunta del commissario all'immigrazione Avramopoulos, del Ministro francese Cazeneuve e del Vice Primo ministro Schneider - in rappresentanza della presidenza lussemburghese del Consiglio dell'Ue - dopo gli attentati del 13 novembre. Oltre a parole di solidarietà e condanna, annunciano la riunione straordinaria del Consiglio "Giustizia e Affari interni" il 20 novembre, per dare una risposta europea forte e unitaria a quanto accaduto.

"Gli attacchi barbari del 13 novembre 2015 sono un attacco all'intera Europa. L'Europa ha la responsabilità storica di difendere i suoi valori fondamentali e di non cedere al terrore. L'Europa rimane unita nella solidarietà contro la violenza e l'odio.

Ci siamo incontrati stasera a Parigi per coordinare un'azione europea immediata, in risposta agli attacchi e per prevenire attentati futuri. I cittadini europei si aspettano dall'Europa una risposta rapida, concreta ed efficace.

In questo quadro, la Presidenza lussemburghese del Consiglio dell'Unione europea ha indetto, in coordinamento con la Francia, una riunione straordinaria del Consiglio "Giustizia e Affari interni" il 20 novembre a Bruxelles per dare una risposta europea forte e unitaria. Tra i temi all'ordine del giorno il PNR europeo, la questione delle armi da fuoco e il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne. Sottolineiamo la necessità urgente di decisioni rapide e operative, da mettere in atto in tempi brevi."

 

 

 

"Gli attacchi barbari del 13 novembre 2015 sono un attacco all'intera Europa. L'Europa ha la responsabilità storica di difendere i suoi valori fondamentali e di non cedere al terrore. L'Europa rimane unita nella solidarietà contro la violenza e l'odio.

Ci siamo incontrati stasera a Parigi per coordinare un'azione europea immediata, in risposta agli attacchi e per prevenire attentati futuri. I cittadini europei si aspettano dall'Europa una risposta rapida, concreta ed efficace.

In questo quadro, la Presidenza lussemburghese del Consiglio dell'Unione europea ha indetto, in coordinamento con la Francia, una riunione straordinaria del Consiglio "Giustizia e Affari interni" il 20 novembre a Bruxelles per dare una risposta europea forte e unitaria. Tra i temi all'ordine del giorno il PNR europeo, la questione delle armi da fuoco e il rafforzamento dei controlli alle frontiere esterne. Sottolineiamo la necessità urgente di decisioni rapide e operative, da mettere in atto in tempi brevi."

 

 

 

 

 

Archivio

Idee rivoluzionarie. Nuovi sistemi che migliorino logistica e gestione, la tutela dell'ambiente e trovate in grado di cambiare il mondo. Ecco cosa finisce ogni anno, sotto la lente dell'Innovation Radar - https://ec.europa.eu/digital-single-...
l Consiglio europeo della ricerca (CER) annuncia i bandi per le sovvenzioni 2017, per un bilancio totale di circa 1,8 miliardi di euro. L'importo è il più elevato dalla sua istituzione, avvenuta nel 2007. È previsto...
Preoccupa il possibile riconoscimento ad «economia di mercato» della Cina. Soprattutto, ad essere intimorito l'intero comparto della siderurgia europea, provato dalla sovraccapacità nel settore del gigante asiatico. Una questione...
II 2016 è l’anno del Ventennale del Servizio Volontario Europeo, opportunità di mobilità e apprendimento che l’Unione Europea offre ai giovani fra i 17 e i 30 anni.          ...
Un mese di festeggiamenti ed iniziative, che quest'anno hanno reso la festa dell'Europa - a Terni - senza fine. Da sabato 7 maggio a venerdì 27, sei differenti eventi per raccontare di più l'Unione e le sue ricadute...
"Maggio, festa d'Europa" è una mostra di quarantuno tavole - realizzata diciassette anni fa, per il Cantamaggio ternano 1999 - e che Edic Terni ha rispolverato e riproposto, per la festa dell'Europa 2016....
Da qui al 2020, tra i tanti piani messi a punto dall'Unione ce ne sarà uno che farà la differenza più degli altri. Meno noto, ancora in via di definizione su certi aspetti ma incomparabile rispetto ad altri e al passato, per...
Sai che in Europa, ci sono oltre 2 milioni di posti di lavoro non occupati, per mancanza  di professionalità scientifiche e tecnologiche? Tanto per farsi un'idea, un dato che corrisponde a 25 stadi vuoti. Da questa cifra, incrociata...
Un'occasione per riappropriarsi di una parte importante della memoria storica della città e anche per capire come funzionano i finanziamenti europei, in particolare come vengono impiegate le risorse del Por-Fesr: venerdì 27 maggio,...
Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli...
Partendo dai risultati dell'Indice di digitalizzazione dell'economia e della società dell'UE pubblicato a febbraio, oggi la Commissione pubblica la relazione sulla performance digitale degli Stati membri dell'UE.La Commissione ha...
La Commissione europea ha pubblicato oggi la relazione sull’applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea nel 2015. Il documento offre una panoramica del modo in cui i diritti fondamentali sono stati applicati in una...
   La Commissione europea ha aperto una nuova inchiesta «sulle importazioni di prodotti piatti, in acciaio laminato a caldo, provenienti dalla Cina». Un'ulteriore indagine per tentare di ristabilire eque condizioni di scambio...
Dopo la festa multietnica con cui si è aperta la manifestazione e la consueta Giornata europea della Scuola, ora tocca ad "Io sono l'Europa", l'evento cardine del "Maggio d'Europa" Europe Direct Terni...
"La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano" – così ha esordito Robert Schuman, allora ministro degli esteri francese, nella dichiarazione del 1950...
Parlare d’Europa, della sua storia, della sua identità sempre più in discussione, delle sue crisi, del suo futuro e delle sue opportunità. Sono gli obiettivi del “Maggio d’Europa”, il calendario d’...
  Educare alla legalità, come una vera e propria materia. Al di là di cattedre e dei voti. Per farlo, a Terni è venuto anche l'Anac: l'Autorità nazionale anticorruzione. Ospite dell'Istituto Tecnico...
  Europeana è la grande biblioteca digitale europea.  «Una Wikipedia culturale d'Europa» che dal 2008 raccoglie oltre 50 milioni di libri, dipinti, film, oggetti museali, fotografie e documenti d'archivio...
    Grazie ad Erasmus Plus, lo scambio tra Terni e Reims (Francia) si consolida con un certificato professionale europeo     La mobilità professionale europea anche a Terni Una malta diversa dal solito, che amalgama l...
«Dal 1987, la parola Erasmus non solo è entrata a far parte del linguaggio universale europeo, ma è divenuta sinonimo di una certa gioventù. Sempre in movimento e cosmopolita, che a Roma come a Parigi, Madrid o Berlino sceglie...