L’Italia ha la possibilità di chiedere all’Unione Europea fino a 354 milioni di euro per gli interventi di emergenza nelle zone di Umbria e Marche colpite dal terremoto. Il dossier è in fase di preparazione da parte della Protezione civile e la domanda dovrà essere presentata dal Governo Italiano entro il 16 Novembre 2016.

Al Fondo di solidarietà dell'Unione Europea, nato nel 2002, può rivolgersi ogni Paese membro che sia stato colpito da una grave catastrofe naturale tale da provocare danni per oltre 3 miliardi di euro o superiori allo 0,6% del reddito nazionale lordo. Sono ammessi al finanziamento, che va a integrare i fondi pubblici stanziati dallo Stato beneficiario, il ripristino delle infrastrutture e degli impianti nei settori dell’energia, dell’acqua potabile, delle acque reflue, delle telecomunicazioni, dei trasporti, della sanità e dell’istruzione, la fornitura di strutture ricettive provvisorie il finanziamento dei servizi di soccorso, la “messa in sicurezza delle infrastrutture di prevenzione e tutela del patrimonio culturale” e il risanamento delle zone sinistrate, comprese le zone naturali. Bisogna farne richiesta entro 12 settimane dal disastro. L’ammontare della sovvenzione dipende dai danni diretti e dal loro impatto stimato sulla popolazione e l’economia. C’è anche la possibilità di chiedere un anticipo, fino al 10% dell’importo totale del contributo, a patto che la cifra non superi i 30 milioni di euro. I soldi vanno spesi entro 18 mesi dall’erogazione e dopo altri sei mesi il Paese beneficiario deve presentare alla Commissione una relazione di esecuzione.

In 14 anni l’Italia ha ottenuto 1,3 miliardi: 493 milioni per l’Abruzzo, 563 per l’Emilia – In 14 anni il veicolo del Parlamento europeo e del Consiglio ha erogato in totale 3,7 miliardi di euro, di cui 1,3 miliardi all’Italia. Roma ne ha fatto richiesta otto volte, la prima il 10 gennaio 2003 per far fronte al terremoto del Molise e all’eruzione dell’Etna e l’ultima nel 2012, dopo il sisma dell’Emilia Romagna. Per il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009 sono arrivati 493 milioni. Quei soldi furono usati dalla Protezione Civile per alloggi provvisori e servizi di primo soccorso alla popolazione colpita. All’Emilia, allora guidata dallo stesso Vasco Errani, ora incaricato di gestire la macchina dell’assistenza e della ricostruzione, il Fondo concesse ben 563 milioni, che furono usati nell’arco di 12 mesi per lavori e interventi d’urgenza. Altri 100 milioni andarono a Lombardia e Veneto, anch’esse danneggiate dalle scosse.

Per gli interventi di più lungo respiro, può essere utilizzato il cosiddetto Piano Juncker, ovvero il Fondo europeo per gli investimenti strategici. Il 29 settembre, Bruxelles ha definito in linee guida i casi in cui il cofinanziamento pubblico può essere escluso dal computo del deficit: nella casistica rientrano partnership pubblico-private, piattaforme di investitori e progetti con modalità precise di distribuzione degli utili.

Infine, per rispondere alle nuove esigenze, legate a ricostruzione e prevenzione antisismica, i fondi UE assegnati alle Regioni possono essere riprogrammati, non solo quelli del periodo 2014-2020 ma anche quelli residui del periodo 2007-2013, la cui scadenza di utilizzo è il 31 marzo 2017.

 

Link alla pagina ufficiale del Fondo di solidarietà dell'Unione europea (FSUE): http://ec.europa.eu/regional_policy/it/funding/solidarity-fund/

Link al sito della Commissione in Italia:
https://ec.europa.eu/italy/20161109_terremoto_articolo_gramaglia_it

 

Archivio

“Horizon 2020 in Umbria - Approfondimento dei temi di ricerca e innovazione  per il nostro territorio” : è il tema dell'incontro che si terrà martedì 4 febbraio dalle ore 9 alle ore 13.30 nella Sala Sant...
"Per la prima volta a Terni si svolgerà una campagna di comunicazione istituzionale per sensibilizzare i cittadini sui temi delle elezioni del Parlamento Europeo”. Una campagna che consentirà ai cittadini ternani di conoscere...
La campagna di sensibilizzazione per le elezioni europee del prossimo mese di maggio #EP2014, realizzata da Europe Direct Terni insieme al Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Perugia, sarà presentata martedì 28...
Più di duecento ragazzi delle scuole medie superiori di Terni hanno partecipato stamattina, all’auditorium di Palazzo Primavera, alla prima giornata di Cinema e Scuola. La rassegna, organizzata dall’assessorato alla cultura e alle...
Istruzione, formazione, scambi culturali, gemellaggi. Sono alcune delle opportunità offerte da diversi programmi comunitari nel campo dell’apprendimento permanente. Il principale è il Lifelong learning programme (LLP), istituito con...
Più di cento studenti delle classi che si sono aggiudicate i premi della prima edizione del social contest #Europaqui, si sono ritrovati nella sala consiliare di Palazzo Spada, per la cerimonia conclusiva del concorso, organizzato dal gruppo Aede...
Lotta alla criminalità, tutela dei consumatori, prodotti d’eccellenza, imprese al femminile: sono alcuni dei temi trattati nel secondo numero di “Una finestra sull’Europa”, l’inserto del progetto Fise, realizzato dal...
Discutere della situazione dell’Unione Europea, dei suoi problemi, delle sue prospettive, della sua possibile evoluzione, mettendo a disposizione informazioni, materiale e fornendo la possibilità di confrontarsi con tecnici, politici,...
Si è concluso nei giorni scorsi il primo social contest organizzato dal gruppo Aede di Terni (l’associazione europea degli insegnanti) in collaborazione con il Centro Europe Direct del Comune di Terni. Il concorso #europaqui era rivolto alle...
Grande partecipazione e grande attenzione dei media per “L’Europa ad Assisi, l’Europa in Umbria”, l’iniziativa voluta dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea ed organizzata da ED Umbria e ED Terni ad Assisi...
Giovedì 10 ottobre un seminario a Foligno con Regione, Università e la collaborazione dell’Edic Terni Una guida che si propone di chiarire, in maniera ampia e con l'indicazione di molti esempi pratici, le condizioni e le modalit...
Ad Assisi l’avvio del dibattito umbro sul futuro dell’Unione  ed il punto sulle nuove opportunità offerte dall’UE sul territorio. Il 18 novembre 2013 ad Assisi si svolgerà l'evento dal titolo “L’Europa...
EUROPE DIRECT TERNI DISCUSSES WITH A GEOARGIAN DELEGATION ON DECENTRALIZATION AND URBAN SUSTAINABLE PROJECTS On 14 May 2013 in frame of an EU funded initiative (European Neighboring policy) coordinated by META Group, the Europe Direct Terni (Region...
Incontro a Palazzo Spada alle ore 16 Scarica il programma
The City Council of Terni and a wide inter-regional partnership were selected as Italy’s second best in the 2010 EDEN award “acquatic tourism” and specifically lake and riverside destinations. On 7th June, Terni went a step further...
I presidenti di 21 paesi dell'Unione europea hanno sollecitato, in un appello congiunto, a partecipare alle elezioni europee del 26 maggio, a sostegno di una Ue "forte e con istituzioni comuni efficaci". L'appello, promosso dal...