Sabato è la Giornata Europea delle Lingue (http://edl.ecml.at/Home/tabid/1455/language/it-IT/Default.aspx) istituita nel 2001 dal Consiglio d'Europa e che si tiene ogni 26 settembre dell'anno coinvolgendo grandi e piccini, senza distinzione. Dopo domani infatti, in tutta Europa, si terranno manifestazioni per celebrare la ricorrenza che festeggia la diversità linguistica di un continente che conta 24 lingue ufficiali, con circa 60 lingue regionali minoritarie e molte altre parlate da persone, provenienti da altre parti del mondo. Tanto che in tutti e ventotto i Paesi membri sono oltre duecento le lingue europee classificate e selezionate come tali.

Perché si celebra questa giornata?

Senza dubbio perché è un'opportunità per sensibilizzare all'ampia varietà di lingue in Europa, promuovere la diversità culturale e linguistica nonché incoraggiare le persone di tutte le età a imparare le lingue – soprattutto poiché parlarne più di una aiuta non solo a trovare con più successo lavoro ma in una prospettiva più avveduta anche ad allargare i mercati europei nel mondo.

Chi gestisce l'iniziativa?

La Giornata europea delle lingue è un'iniziativa come già detto del Consiglio d'Europa che rappresenta 800 milioni di europei. Vi partecipano molti istituti culturali e linguistici, associazioni, università e in particolare scuole.

Eventi

Fra i tanti in programma, corsi di lingua, giochi, dibattiti, conferenze, programmi radiofonici e tanto altro, perciò vi invitiamo a consultare il sito ufficiale, alla sezione eventi:http://edl.ecml.at/Home/tabid/1455/language/it-IT/Default.aspx

Intanto nell'attesa, vi proponiamo di scorrere le foto gallery di edizioni passate della Giornata Europea delle Lingue - http://edl.ecml.at/Events/PictureGallery2014/tabid/3135/language/it-IT/Default.aspx - ricordandovi che in Umbria l'appuntamento è con Expo Lingue, di Perugia (nella sezione news del nostro sito Europe Direct, troverete tutti i particolari).


Di seguito un estratto d'approfondimento sul Multilinguismo, come cardine dell'integrazione europea. Buona Lettura!

La politica dell’UE per il multilinguismo è imperniata su 2 punti:

  • proteggere la ricca diversità linguistica dell’Europa

  • promuovere l'apprendimento delle lingue.

Quali sono le lingue ufficiali dell'UE?

Attualmente sono 24: bulgaro, ceco, croato, danese, estone, finlandese, francese, greco, inglese, irlandese, italiano, lettone, lituano, maltese, olandese, polacco, portoghese, rumeno, slovacco, sloveno, spagnolo, svedese, tedesco e ungherese.

Ascolta alcuni esempi delle lingue ufficiali dell'UE

In quanto cittadino hai il diritto di usare una qualsiasi di queste lingue nella corrispondenza con le istituzioni dell'UE, che sono tenute a rispondere nella stessa lingua. Tutti i regolamenti e gli altri atti legislativi dell'UE sono pubblicati in tutte le lingue ufficiali ad eccezione dell'irlandese (attualmente solo i regolamenti adottati congiuntamente dal Consiglio dell'UE e dal Parlamento europeo sono tradotti in irlandese).

Anche i rappresentanti eletti al Parlamento europeo hanno il diritto di esprimersi in una qualsiasi delle lingue ufficiali.

Il sito quali lingue?

L'Unione europea pubblica le principali informazioni di carattere generale sulle sue politiche in tutte le lingue ufficiali, mentre gli altri contenuti sono disponibili nelle lingue dell'UE più diffuse.

Lingue regionali e minoritarie,

Nell'UE si contano oltre 60 lingue autoctone regionali o minoritarie, parlate da circa 40 milioni di persone, fra cui il catalano, il basco, il frisone, le lingue sami, il gallese e lo yiddish.

Se da un lato sono i governi nazionali a stabilire lo status giuridico di queste lingue e in che misura vadano sostenute, dall'altro la Commissione europea mantiene un dialogo aperto incoraggiando la diversità linguistica fin dove possibile.

Erasmus+, un nuovo programma dell’UE che abbraccia i settori dell’istruzione e della formazione, è una fonte potenziale di fondi per iniziative volte a tutelare e a promuovere l’insegnamento e l’apprendimento delle lingue minoritarie.

Apprendimento delle lingue

Uno degli obiettivi della politica del multilinguismo dell'UE è far sì che ogni cittadino europeo parli due lingue straniere oltre alla propria. Il modo migliore per raggiungere questo risultato sarebbe insegnare ai bambini due lingue straniere fin dalla prima infanzia. I dati indicano che ciò può accelerare l’apprendimento delle lingue e migliorare anche la conoscenza della lingua madre.

L'UE promuove l'apprendimento delle lingue perché:

  • migliori conoscenze linguistiche consentono a un maggior numero di persone di studiare e/o lavorare all’estero, e di migliorare le loro prospettive occupazionali

  • parlare altre lingue aiuta le persone provenienti da culture diverse a capirsi, un elemento essenziale in un’Europa multilingue e multiculturale

  • per operare in modo efficace in Europa, le imprese hanno bisogno di personale plurilingue

  • quello linguistico - traduzioni e interpretazione, insegnamento delle lingue, tecnologie per le lingue, ecc. - è uno dei settori economici che crescono più rapidamente.

Archivio

Nuovo appuntamento con Il Volto d’Europa, la rassegna culturale organizzata dal centro Europe Direct Terni insieme alla biblioteca comunale Terni e, per l’edizione 2018, in collaborazione con Encuentro, festival omonimo di letteratura...
Norcia, San Benedetto e il terremoto restano al centro dell'attenzione dell'UE e della costruzione dell'identità dell'Unione Europea. Il 21 marzo si celebra la festa di san Benedetto proclamato nel 1964 patrono principale dell'...
La Rappresentanza in Italia della Commissione europea organizza quattro giornate informative sui finanziamenti europei diretti e indiretti, che rappresentano un'opportunità da conoscere e da cogliere, specialmente nelle aree colpite dal...
Nell’ambito della rassegna Il Volto d’Europa venerdì 9 febbraio il Festivaletteratura di Mantova arriva a Terni ore 17 in sala videoconferenze della biblioteca comunale alle ore 17 con “Vocabolario Europeo. Le parole (d) autori...
 “Have you ever known - A Scuola di OpenCoesione”  è il titolo del progetto presentato dal Liceo Scientifico Donatelli (classe quarta S) a Palazzo Gazzoli  per la settimana dell’Amministrazione Aperta, realizzato...
Lunedì 5 febbraio alle ore 16.30 il Centro Europe Direct di Terni organizza in biblioteca comunale un incontro per parlare di commercio elettronico, opportunità, diritti e tutela del consumatore. L’evento, in collaborazione con l'...
CinemaGiovani arriva alla nona edizione ed entra nel vivo da martedì 16 a venerdì 19 gennaio al Caos con laboratori intensivi che coinvolgono circa cento ragazzi di cinque diversi istituti superiori chiamati a confrontarsi sul tema “...
Europe Direct del Comune di Terni ha superato con successo la selezione indetta dalla Commissione Europea per il triennio 2018/2020 per il proseguimento dell'attività del Centro nell'ambito della rete ufficiale d'informazione ...
“Io sono cittadino, una questione europea” è il titolo dell’edizione 2017 di CinemaGiovani, il progetto di educazione all'immagine promosso dal Comune di Terni e sostenuto da Europe Direct Terni con la collaborazione di...
Torna Il Volto d'Europa, la rassegna culturale organizzata dal centro Europe Direct Terni insieme alla biblioteca comunale Terni ed Encuentro, festival omonimo di letterature ispano americane. . Lunedì 11 dicembre ore 17 al caffè...
Grande interesse da parte del pubblico per l’evento l’Unione fa la tua forza, sul Piano europeo per gli investimenti organizzato il 15 novembre scorso dalla Commissione Europea tramite il centro Europe Direct del Comune di Terni. Una platea...
Il Centro Europe Direct organizza mercoledì 15 novembre a Terni l'iniziativa L'Unione fa la tua forza, una giornata dedicata al piano europeo per gli investimenti, ai fondi europei, alla tutela dei brevetti e alla nuova disciplina delle...
Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea, ha pronunciato oggi a Strasburgo, dinanzi ai membri del Parlamento europeo, il discorso sullo stato dell'Unione 2017, presentando le priorità per l'anno prossimo e delineando la...
I dialoghi con i cittadini fanno tappa a Norcia il 4 settembre. Ricostruzione delle regioni terremotate, corpo europeo di solidarietà e iniziative UE per i giovani saranno al centro del dibattito tra la cittadinanza e i rappresentanti delle...
Un lavoro o un tirocinio per 6000 giovani è l'obiettivo del Corpo europeo di solidarietà che la Commissione europea sostiene attraverso due progetti guidati dal servizio pubblico per l'impiego italiano, l'Agenzia Nazionale per...
Mercoledì 21 giugno, in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, si svolge al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni un incontro aperto sulle “Linee Guida per la buona accoglienza" di Arci Nazionale in...
Il centro Europe Direct del Comune di Terni, a seguito della partecipazione ad una call, è stato selezionato dalla Commissione Europea, insieme ad altri sei in tutta Italia, per la progettazione e organizzazione di un evento sul piano di...
L'Unione europea ha disposto che il contributo alla ricostruzione post-calamità naturali che aveva visitato Norcia e le altre zone colpite dal sisma in Centro Italia, sarà del 95 %. La commissaria Ue alla politica regionale Corina Cretu...
Fa tappa a Terni, il 26 maggio, l'infoday sui programmi europei  "Europa per i Cittadini" ed il sottoprogramma "Europa Creativa". Il programma Europa per i cittadini co-finanzia progetti transnazionali connotati da una forte...
L'Europa in festa anche a Terni grazie alla rete dei centri Europe Direct, filo diretto tra il territorio, i cittadini e la Commissione. Quasi un mese di iniziative che quest'anno si concentrano sul tema della costruzione di una solida identit...