Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli diverrà una nuova casa della città, con gli uffici della Cultura, spazi polifunzionali come la Sala Pirro e bellezze pittorico artistiche quali la sala Apollo e Dafne. Una possibilità resa fattibile grazie anche ai fondi europei di sviluppo regionale 2007-2013 - nell’ambito del Puc2 - che hanno permesso la riqualificazione e il restauro del piano terra, del primo secondo e terzo piano della storica struttura. Europe Direct Terni insieme con la Regione Umbria, presenterà e divulgherà il lavoro fatto per Palazzo Carrara e l'opportunità realizzata con i finanziamenti provenienti dall'Ue.

L'appuntamento è in occasione degli Open EU Project Days – la giornata dei progetti europei 2016 - venerdì 27 maggio e a cui parteciperà anche Terni per la rassegna “L’Europa nella mia Regione!”. (COMUNICATO) Porte aperte a Palazzo Carrara, per scoprire ed interagire con le opere ed i progetti realizzati attraverso i fondi europei dalle ore 10 alle ore 18. (LOCANDINA)

Il restauro coi fondi UE Il percorso di riqualificazione di Palazzo Carrara ha avuto il via con il Programma Puc2, presentato alla Regione in relazione al bando di cui alla Dgr n. 315 del 7/04/08. Nella proposta era inserito un primo progetto per un importo complessivo di un milione e 100 mila euro interamente a valere delle risorse comunitarie Por-Fesr 2007-13, rimaste tali fino ad oggi. A seguito dell’ammissione a finanziamento e successivamente alla sigla dell’accordo di programma è stata sviluppata la progettazione con una prima approvazione del progetto esecutivo in via tecnica con Dgc 22 del 29/01/10, a cui seguiva l’approvazione finale con determina dirigenziale n.1522 del 26/05/11.
La gara d’appalto è stata espletata in continuità con l’approvazione del progetto e svolta con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Con determina dirigenziale n. 3088 del 2/11/11 i lavori venivano aggiudicati alla ditta Salvati Spa di Terni, con un ribasso del 18,01% sull’importo posto a base d’asta di 763.017,13 euro oltre 66.982,87 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il contratto è stato siglato in data 20/12/11 ed i lavori venivano consegnati il 26/04/12 con un cronoprogramma che prevedeva la conclusione dell’opera dopo 407 giorni.
L’intervento ha riguardato il recupero fisico funzionale dell’ala di Palazzo Carrara lato via S.Agape, al fine di ospitare al suo interno prioritariamente gli uffici comunali delle direzioni Servizi Culturali e della scuola. E’ prevista, in particolare, la localizzazione degli uffici al secondo e terzo piano del fabbricato per complessivi 17 unità gli uffici dell’assessorato, rimanendo il piano terra e la grande Sala Tacito del secondo piano a disposizione per attività culturali connesse. Le opere previste comprendevano: il rifacimento della copertura; il consolidamento dei solai e delle murature perseguendo il miglioramento sismico del fabbricato; l’inserimento dell’ascensore, il rifacimento di tutto l’apparato impiantistico anche con la predisposizione per la parte di immobile non interessata all’appalto, l’inserimento dei servizi e l’organizzazione delle unità funzionali destinate ad uffici.


Il concorso Durante la giornata alla riscoperta del Palazzo si potrà partecipare anche ad un concorso bandito dalla Commissione Europea attraverso un cartellone collocato all’interno e collegandosi al sito Internet http://ec.europa.eu/regional_policy/en/

Tanti i premi in palio compreso un viaggio in una delle capitali europee


Il palazzo E' difficile ricostruire la storia del palazzo, strettamente legata a quella della famiglia Carrara, di cui si hanno poche notizie. Il palazzo ricompone un complesso di edifici (il più antico risalente al 1371 circa) realizzati da Francesco Carrara per il personale di servizio alla famiglia; continui interventi nel 15° e 16° secolo ne alterarono le caratteristiche originarie. Un intervento significativo attuato nel 17° secolo portò alla luce tracce di lastricato in pietra rossa al livello del fiume Nera e di condutture del 14° secolo. Dopo l'estinzione della famiglia Carrara, il Comune acquistò il palazzo (1712); una consistente ristrutturazione lo adattò a sede municipale.

Il cornicione della facciata su via Carrara conserva in parte la decorazione cinquecentesca, costituita da due fasce: la superiore, in stucco, rappresenta l'impresa della famiglia Carrara (leoni rampanti e torri); l'inferiore, a graffito, riproduce motivi geometrici. Lungo le scale sono collocati bassorilievi (13°-16° secolo).

Le sale del piano nobile furono decorate nella seconda metà del Seicento. La più importante, detta di "Apollo e Dafne", affrescata da Girolamo Troppa, e ridipinta in buona parte da Guido Miriamo a seguito dei gravi danni riportati per i bombardamenti, presenta nelle pareti lunghe il mito di Apollo e Dafne, sulle altre Giove e la Fama e in un angolo un paggio dietro una tenda trompe-l'oeil. Più integre le decorazioni della volta, che rappresentano al centro Il Carro del Sole, L'Allegoria delle Stagioni e dei Venti e, in due monocromi laterali, Diana e Atteone e Diana e Endimione. Nella sala "Tacito", danneggiata dalla guerra, gli affreschi originali sono stati ridipinti completamente nel 1965 da E. Nicolai.


 

Archivio

Idee rivoluzionarie. Nuovi sistemi che migliorino logistica e gestione, la tutela dell'ambiente e trovate in grado di cambiare il mondo. Ecco cosa finisce ogni anno, sotto la lente dell'Innovation Radar - https://ec.europa.eu/digital-single-...
l Consiglio europeo della ricerca (CER) annuncia i bandi per le sovvenzioni 2017, per un bilancio totale di circa 1,8 miliardi di euro. L'importo è il più elevato dalla sua istituzione, avvenuta nel 2007. È previsto...
Preoccupa il possibile riconoscimento ad «economia di mercato» della Cina. Soprattutto, ad essere intimorito l'intero comparto della siderurgia europea, provato dalla sovraccapacità nel settore del gigante asiatico. Una questione...
II 2016 è l’anno del Ventennale del Servizio Volontario Europeo, opportunità di mobilità e apprendimento che l’Unione Europea offre ai giovani fra i 17 e i 30 anni.          ...
Un mese di festeggiamenti ed iniziative, che quest'anno hanno reso la festa dell'Europa - a Terni - senza fine. Da sabato 7 maggio a venerdì 27, sei differenti eventi per raccontare di più l'Unione e le sue ricadute...
"Maggio, festa d'Europa" è una mostra di quarantuno tavole - realizzata diciassette anni fa, per il Cantamaggio ternano 1999 - e che Edic Terni ha rispolverato e riproposto, per la festa dell'Europa 2016....
Da qui al 2020, tra i tanti piani messi a punto dall'Unione ce ne sarà uno che farà la differenza più degli altri. Meno noto, ancora in via di definizione su certi aspetti ma incomparabile rispetto ad altri e al passato, per...
Sai che in Europa, ci sono oltre 2 milioni di posti di lavoro non occupati, per mancanza  di professionalità scientifiche e tecnologiche? Tanto per farsi un'idea, un dato che corrisponde a 25 stadi vuoti. Da questa cifra, incrociata...
Un'occasione per riappropriarsi di una parte importante della memoria storica della città e anche per capire come funzionano i finanziamenti europei, in particolare come vengono impiegate le risorse del Por-Fesr: venerdì 27 maggio,...
Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli...
Partendo dai risultati dell'Indice di digitalizzazione dell'economia e della società dell'UE pubblicato a febbraio, oggi la Commissione pubblica la relazione sulla performance digitale degli Stati membri dell'UE.La Commissione ha...
La Commissione europea ha pubblicato oggi la relazione sull’applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea nel 2015. Il documento offre una panoramica del modo in cui i diritti fondamentali sono stati applicati in una...
   La Commissione europea ha aperto una nuova inchiesta «sulle importazioni di prodotti piatti, in acciaio laminato a caldo, provenienti dalla Cina». Un'ulteriore indagine per tentare di ristabilire eque condizioni di scambio...
Dopo la festa multietnica con cui si è aperta la manifestazione e la consueta Giornata europea della Scuola, ora tocca ad "Io sono l'Europa", l'evento cardine del "Maggio d'Europa" Europe Direct Terni...
"La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano" – così ha esordito Robert Schuman, allora ministro degli esteri francese, nella dichiarazione del 1950...
Parlare d’Europa, della sua storia, della sua identità sempre più in discussione, delle sue crisi, del suo futuro e delle sue opportunità. Sono gli obiettivi del “Maggio d’Europa”, il calendario d’...
  Educare alla legalità, come una vera e propria materia. Al di là di cattedre e dei voti. Per farlo, a Terni è venuto anche l'Anac: l'Autorità nazionale anticorruzione. Ospite dell'Istituto Tecnico...
  Europeana è la grande biblioteca digitale europea.  «Una Wikipedia culturale d'Europa» che dal 2008 raccoglie oltre 50 milioni di libri, dipinti, film, oggetti museali, fotografie e documenti d'archivio...
    Grazie ad Erasmus Plus, lo scambio tra Terni e Reims (Francia) si consolida con un certificato professionale europeo     La mobilità professionale europea anche a Terni Una malta diversa dal solito, che amalgama l...
«Dal 1987, la parola Erasmus non solo è entrata a far parte del linguaggio universale europeo, ma è divenuta sinonimo di una certa gioventù. Sempre in movimento e cosmopolita, che a Roma come a Parigi, Madrid o Berlino sceglie...