La Commissione europea ha indetto  un concorso di cortometraggi per giovani registi (18-31 anni) nell’ambito della campagna #EUandME. Per partecipare si dovrà realizzare un video collegato a una delle cinque categorie della campagna: mobilità, sostenibilità, diritti, mondo digitale, competenze e impresa. Verrà proclamato un vincitore per ciascuna delle categorie menzionate. Oltre ad una sintesi scritta del film, che deve raccontare una storia legata all’impatto dell'UE sulla vita quotidiana dei cittadini, i partecipanti sono invitati a presentare un breve video girato su smartphone che illustri motivazioni e concetto alla base del cortometraggio candidato, nonché il link a un cortometraggio che hanno girato in passato. Le candidature devono essere inviate in formato elettronico tramite un modulo online sul sito internet della DG Concorrenza.
I cinque vincitori riceveranno un contributo di 7.500 euro ciascuno e saranno affiancati da un grande regista europeo che li aiuterà a dare espressione alle loro idee.
Il concorso è riservato ai registi europei residenti nell’UE di età compresa fra i 18 e i 35 anni al momento del termine ultimo di iscrizione (31/10/2018). La partecipazione è individuale. Le candidature di gruppo non saranno prese in considerazione.
Prima di inviare la tua candidatura, si invita a leggere i termini e le condizioni del concorso.
La giuria, composta da cinque registi europei, esaminerà le candidature e sceglierà dieci nominativi, due per ogni categoria
A partire da gennaio 2019, per cinque settimane sarà attiva una votazione pubblica online per decretare i vincitori che saranno annunciati sulla pagina web del concorso e sugli account social della Commissione europea. Ogni settimana sarà dedicata a una categoria: saranno annunciati i due nominativi di quella categoria e verrà chiesto agli utenti di votare l’idea preferita fra i due film presenti.
I cinque vincitori riceveranno ciascuno un contributo di 7.500 euro per produrre, girare e montare il proprio film entro il 30/04/2019. Inoltre, durante le riprese e il montaggio saranno seguiti da uno dei registi professionisti della giuria.



 

Archivio

La vertenza AST, Acciai Speciali Terni, da questa estate è al centro dell'attenzione nazionale ed ha coinvolto anche l'Unione europea. In particolar modo, nelle ultime settimane, la decisione di ThyssenKrupp di avviare le procedure di...
Venerdì 10 ottobre Terni ospiterà il CCMI (Commissione consultiva sulle trasformazioni industriali) del Cese (Comitato Economico e Sociale Europeo, organo consultivo della Commissione, del Consiglio e del Parlamento Europeo). Il programma...
Dal primo luglio l'Italia assume la presidenza di turno del Consiglio dell'Unione Europea. Ma che cos'è il semestre e cosa significa in termini concreti? Ecco una spiegazione sintetica, ma completa! Durante questi sei mesi, in sostanza...
Nel 2014 il Governo Italiano ha dato avvio della Youth Guarantee (Garanzia Giovani), programma europeo per favorire l'occupabilità e l'avvicinamento dei giovani al mercato del lavoro. Si tratta di un percorso che prevede una serie di...
Viviamo tempi in cui la parola trasparenza sta tornando ad assumere un significato importante. Tutti noi vogliamo sapere dove finiscono i nostri soldi e come vengono impiegati dalle istituzioni, specie dopo che abbiamo pagato le tasse. Ad ogni livello....
Tante bandiere, tanti colori, tante informazioni sulle prossime elezioni europee hanno caratterizzato la Festa dell'Europa, organizzata sabaton 10 maggio nel nuovo parco di Corso del Popolo da Europe Direct Terni con la collaborazione del...
Una guida di 20 pagine sulle elezioni europee del 25 maggio è stata realizzata dal Centro Europe Direct di Terni in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Perugia. La guida, che sarà...
Sono due gli eventi in programma per le prossime settimane in vista delle Elezioni Europee 2014, organizzati a Terni dal centro Europe Direct in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, nell’...
Il ruolo del Parlamento Europeo, le novità introdotte dal Trattato di Lisbona, ciò che possiamo provare a cambiare con il nostro voto nel mese di maggio. Questi e tanti altri sono stati i temi in discussione giovedì nella sede...