La Cattedra Jean Monnet è il più alto riconoscimento accademico concesso dalla Commissione europea agli insegnamenti universitari che si propongono quali eccellenze nella diffusione e nell’approfondimento di tematiche legate al processo di integrazione europea. 
Obiettivo generale delle Cattedre è quello di stimolare lo studio e la ricerca nelle varie discipline che si occupano di Unione europea, puntando a far comprendere, anche ad attori non accademici (enti pubblici e privati, imprese, mondo associativo e cittadinanza in generale), quanto sia importante l’Unione europea per affrontare e superare le sfide di oggi e di domani. Le Cattedre hanno una durata di 3 anni accademici e sono finanziate nell’ambito del Programma Erasmus puls.
Quest’anno, su oltre 800 domande presentate in tutta Europa, sono state assegnate solo 45 cattedre. Sette in Italia, tra cui quella dell’Università di Perugia.
Il progetto con il quale l’Ateno umbro ha raggiunto questo ambito risultato (per il triennio 2017-2020) ha come titolo “L’attuazione delle politiche dell’Unione europea a livello regionale e locale (Progetto EUREL) ”.
Si tratta di un argomento poco conosciuto al di fuori degli ambiti specialistici, ma che ha forti ricadute in numerosi campi e si presta ad una trattazione interdisciplinare e trasversale. 
Le normative dell’Unione europea, infatti, condizionano in maniera determinante quanto deciso e realizzato a livello territoriale. Dall’ambiente, al lavoro; dalla formazione, alle imprese; dall’energia, al funzionamento della pubblica amministrazione, sono numerosissimi gli ambiti dove l’azione degli enti regionali e locali è concepita e disciplinata sull’impronta di quanto deciso o raccomandato dalle istituzioni di Bruxelles. 
Il Progetto EUREL si occupa di alcuni di questi aspetti, affrontandoli con un approccio pragmatico, ossia coinvolgendo il maggior numero di rappresentanti ed operatori del territorio, chiamati a partecipare ai processi di governance e attuativi del diritto UE. 
In questo senso, infatti, i corsi della Cattedra puntano a far comprendere agli studenti universitari e a tutti i soggetti interessati, come l’Unione europea si rapporti concretamente con i territori per promuoverne processi di sviluppo.
Più nello specifico, il Progetto EUREL è articolato in due parti: una generale, sull’Unione europea quale modello di Multi-Level governance; ed una speciale, nella quale sono approfondite tre tematiche: qualità della normativa, occupazione e sviluppo, energia e ambiente. 
Relativamente alla parte generale, oltre alle lezioni frontali sulle principali caratteristiche dell’ordinamento dell’Unione europea, sono stati proposti numerosi incontri attraverso i quali si è avuto modo di confrontarsi con attori che a livello europeo, nazionale, regionale e locale operano in riferimento al processo di integrazione europea. 
A questo riguardo si segnalano i principali appuntamenti susseguitisi durante l’anno accademico appena concluso:
“Lo sviluppo e la cultura del territorio: il GAL Media Valle del Tevere”, 14 marzo 2018, incontro con la dott.ssa Monica ROSSETTO, direttrice del GAL Media Valle del Tevere
“Comuni ed Enti locali di fronte alla sfida delle opportunità europee”, 22 marzo 2018, incontro con Antonino Ruggiano, sindaco di Todi e responsabile ANCI Umbria della commissione per le Politiche Comunitarie
“Città della Ceramica: il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) al servizio della valorizzazione dei territori”, 14 aprile 2018, incontro con il dott. Giuseppe Olmeti, General secretary and Projects director e National Point of contact dell'European Grouping of Territorial Cooperation"Cities of Ceramics" (GECT-AEuCC)
“Fondazione Banco Alimentare Onlus a Bruxelles: Una sfida Europea”, 2 maggio 2018, presentazione della dott.ssa Angela Frigo, Liaison Officer for EU and International Relations della Fodazione Banco Alimentare Onlus
“Due lezioni sull’Europa”, 2 maggio 2018, incontro organizzato da Oicos, Regione Umbria, Sacro Convento di Assisi in vista del conferimento ad Angela Merkel della Lampada della Pace da parte del Sacro Convento di Assisi. Relazioni del prof. Fabio Raspadori, Università degli Studi di Perugia “Crisi europea o Europa in trasformazione?” e del prof. Marcello Signorelli, Docente di Politica Economica “E se l’Italia tornasse alla lira? Vantaggi, costi e rischi”
“Le Regioni italiane nell'ambito del processo di integrazione europea”, 7 maggio 2018 incontro con il dott. Andrea Ciaffi, dirigente della Conferenza delle Regioni
“Il Volontariato europeo e le opportunità offerte dalla UE per i giovani”, 14 maggio 2018, incontro  con la dott.ssa Alessandra Antognelli del CeSAR - Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale - Europe Direct Umbria
“Le Imprese umbre e l'Europa, le ricadute positive delle politiche europee nel territorio”, 21 maggio 2018, presentazione, a cura di  Sviluppumbria, SpA, di alcune esperienze di successo di imprese umbre che sono riuscite ad ampliare il proprio business grazie all’accesso a finanziamenti europei diretti: Teamdev, software house da cui sono nate, quali Spean-off ulteriori imprese quali Agricolus e WiseTown; Privé, azienda del settore automotive. Sono beneficiari di Enterprise Europe Network(COSME); UBT Umbria Bioengineering Technologies, spinoff universitario che ha ideato un mammografo digitale
Presentazione di circa 60 report da parte degli studenti del Corso di Diritto dell’Unione europea – Cattedra Jean Monnet relativi a Progetti presentati da imprese o enti pubblici beneficiari di un finanziamento del POR-FESR 2014-2020 della Regione Umbria, 23-28-30 maggio 2018
Tirando le somme di questo primo anno di Progetto EUREL, si può dire che si è trattato di un’esperienza molto stimolante e allo stesso tempo altamente formativa. Chi ha seguito i corsi ed i seminari, infatti, ha potuto apprezzare, attraverso testimonianze di diretti protagonisti, quanto il processo di integrazione sia utile e vantaggioso per lo sviluppo locale e regionale e come tali dinamiche offrano opportunità formative e professionali spesso poco note.
Inoltre, le attività della Cattedra hanno favorito il dialogo tra il mondo accademico, i responsabili politici ed i rappresentati della pubblica amministrazione e del mondo del lavoro, contribuendo a migliorare la governance multilivello delle politiche dell’Unione. 
 
di Fabio Raspadori
titolare della Cattedra Jean Monnet dell’Università degli Studi di Perugia 
(La cattedra Jean Monnet dell’Università di Perugia collabora con il Centro Europe Direct, attraverso il nuovo accordo quadro 2018/2020, nell'ambito del Progetto FISE, Finestra sull'Europa).
 

Archivio

Dal primo febbraio al cinque, in 40 paesi e in oltre 200 città, si terrà la Settimana europea delle Startup 2016, organizzata dallo Startup Europe Team in collaborazione con la Commissione europea e il Comitato delle Regioni. Innumerevoli...
  Entro fine 2016, la rete europea dei servizi pubblici per l'impiego Eures cambierà. Dopo il via libera del Coreper - Comitato dei rappresentanti permanenti dei Paesi Ue – la proposta di riforma presentata dalla commissione...
Con l'anno che sta per finire, Europe Direct Terni vi ricorda che la Commissione europea ha pubblicato per il 2016, il nuovo bando d'invito a presentare proposte per Erasmus+ (EAC/A04/2015), relativo alle tre azioni chiave del Programma, le...
Studenti, operatori delle associazioni che si occupano di cooperazione internazionale, docenti universitari, rappresentanti delle istituzioni e molti cittadini interessati all'argomento. Con questi protagonisti e con questo pubblico il Centro...
Parlare di Europa fuori dall'Europa, per capire cosa stia facendo l'UE nel campo della cooperazione per lo sviluppo. E' un altro punto di vista per avere un quadro più completo su come si sta intervenendo per cercare di colmare, o...
“L'Unione Europea è profondamente scioccata e in lutto dopo gli attacchi terroristici a Parigi. Si tratta di un attacco contro tutti noi. Affronteremo questa minaccia insieme, con tutti i mezzi necessari e con incrollabile determinazione...
All'inizio del suo mandato, il presidente Juncker disse che quello sarebbe stato un nuovo inizio per l'Europa, e che la sua Commissione si sarebbe concentrata su dieci priorità politiche, che rappresentavano le principali sfide per la...
Domani mattina, mercoledì 28 ottobre, alle ore 11, nella sede del corso di laurea in Economia, nell'ex convento di San Valentino, sarà presentato il nuovo punto informazione del Centro Europe Direct all'interno del polo...
La Commissione ha annunciato oggi che il programma Erasmus+ metterà a disposizione per l'anno 2016 2,2 miliardi di euro per dare l'opportunità a quasi 600 000 giovani di studiare, formarsi, fare volontariato o partecipare a scambi e...
Nuovo programma di lavoro per Orizzonte 2020 E' stato varato oggi come piano e per i prossimi due anni, la Commissione europea si prepara ad investire circa 16 miliardi di euro nella ricerca e nell'innovazione garantendo nuove opportunit...
Un marchio di eccellenza più che di qualità, per accrescere e far emergere al meglio i finanziamenti regionali alla ricerca. E' la nuova trovata della Commissione europea per riconoscere e finanziare meglio i progetti più...
Perché sprecare il cibo in quantità enormi, quando – allo stesso tempo – ci sono milioni di persone che non hanno da mangiare? Su questa semplice e allo stesso tempo difficilissima questione (in quanto a soluzioni) si sono...
“Don't waste your future: costruire un'alleanza europea dei giovani e degli Enti Locali contro lo spreco alimentare e per il diritto al cibo”, è il titolo dell'iniziativa che si svolgerà domani, giovedì 1...
Sabato è la Giornata Europea delle Lingue (http://edl.ecml.at/Home/tabid/1455/language/it-IT/Default.aspx) istituita nel 2001 dal Consiglio d'Europa e che si tiene ogni 26 settembre dell'anno coinvolgendo grandi e piccini, senza...
Facciamo il punto. Dopo i mesi estivi e la rendicontazione di settembre, è tempo di tirare le fila del progetto Linking Cultures 3, finanziato dal programma UE Erasmus+ e che coinvolge la città di Terni. Si tratta di un’esperienza di...
  State pensando di richiedere fondi Ue? Che tipo di sovvenzioni assegna la Commissione europea a progetti specifici? Cosa si deve fare? E quali procedure? Sabato sera, a Perugia, lo spiegheranno gli eurodeputati Laura Agea e...
Con la riapertura dell'anno scolastico si riapre il dibattito sulla necessità di integrare e migliorare il sistema dell'istruzione in Europa, per formare i giovani e renderli competitivi sul mercato del lavoro: un obiettivo...
Una nuova analisi rivolta non solo ai tecnici sulle Politiche di coesione 2014-2020 , con particolare riguardo alla sostenibilità urbana ed alle politiche per le aree interne del nostro Paese. E’ il lavoro realizzato dagli architetti Paola...
I più bei musei del mondo, città favolose, un patrimonio architettonico sensazionale, paesaggi meravigliosi, compositori celebri, ristoranti raffinati e marchi   famosi: l'Europa possiede tutto questo . E' un...
Premiare le città più eco sostenibili d'Europa. Questo l'obiettivo del concorso European Green Leaf, rivolto a tutti i centri abitati che hanno tra i 20 e i 100 mila abitanti. Circa 3200 città in tutta Europa, tra cui 366...