La Cattedra Jean Monnet è il più alto riconoscimento accademico concesso dalla Commissione europea agli insegnamenti universitari che si propongono quali eccellenze nella diffusione e nell’approfondimento di tematiche legate al processo di integrazione europea. 
Obiettivo generale delle Cattedre è quello di stimolare lo studio e la ricerca nelle varie discipline che si occupano di Unione europea, puntando a far comprendere, anche ad attori non accademici (enti pubblici e privati, imprese, mondo associativo e cittadinanza in generale), quanto sia importante l’Unione europea per affrontare e superare le sfide di oggi e di domani. Le Cattedre hanno una durata di 3 anni accademici e sono finanziate nell’ambito del Programma Erasmus puls.
Quest’anno, su oltre 800 domande presentate in tutta Europa, sono state assegnate solo 45 cattedre. Sette in Italia, tra cui quella dell’Università di Perugia.
Il progetto con il quale l’Ateno umbro ha raggiunto questo ambito risultato (per il triennio 2017-2020) ha come titolo “L’attuazione delle politiche dell’Unione europea a livello regionale e locale (Progetto EUREL) ”.
Si tratta di un argomento poco conosciuto al di fuori degli ambiti specialistici, ma che ha forti ricadute in numerosi campi e si presta ad una trattazione interdisciplinare e trasversale. 
Le normative dell’Unione europea, infatti, condizionano in maniera determinante quanto deciso e realizzato a livello territoriale. Dall’ambiente, al lavoro; dalla formazione, alle imprese; dall’energia, al funzionamento della pubblica amministrazione, sono numerosissimi gli ambiti dove l’azione degli enti regionali e locali è concepita e disciplinata sull’impronta di quanto deciso o raccomandato dalle istituzioni di Bruxelles. 
Il Progetto EUREL si occupa di alcuni di questi aspetti, affrontandoli con un approccio pragmatico, ossia coinvolgendo il maggior numero di rappresentanti ed operatori del territorio, chiamati a partecipare ai processi di governance e attuativi del diritto UE. 
In questo senso, infatti, i corsi della Cattedra puntano a far comprendere agli studenti universitari e a tutti i soggetti interessati, come l’Unione europea si rapporti concretamente con i territori per promuoverne processi di sviluppo.
Più nello specifico, il Progetto EUREL è articolato in due parti: una generale, sull’Unione europea quale modello di Multi-Level governance; ed una speciale, nella quale sono approfondite tre tematiche: qualità della normativa, occupazione e sviluppo, energia e ambiente. 
Relativamente alla parte generale, oltre alle lezioni frontali sulle principali caratteristiche dell’ordinamento dell’Unione europea, sono stati proposti numerosi incontri attraverso i quali si è avuto modo di confrontarsi con attori che a livello europeo, nazionale, regionale e locale operano in riferimento al processo di integrazione europea. 
A questo riguardo si segnalano i principali appuntamenti susseguitisi durante l’anno accademico appena concluso:
“Lo sviluppo e la cultura del territorio: il GAL Media Valle del Tevere”, 14 marzo 2018, incontro con la dott.ssa Monica ROSSETTO, direttrice del GAL Media Valle del Tevere
“Comuni ed Enti locali di fronte alla sfida delle opportunità europee”, 22 marzo 2018, incontro con Antonino Ruggiano, sindaco di Todi e responsabile ANCI Umbria della commissione per le Politiche Comunitarie
“Città della Ceramica: il Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (GECT) al servizio della valorizzazione dei territori”, 14 aprile 2018, incontro con il dott. Giuseppe Olmeti, General secretary and Projects director e National Point of contact dell'European Grouping of Territorial Cooperation"Cities of Ceramics" (GECT-AEuCC)
“Fondazione Banco Alimentare Onlus a Bruxelles: Una sfida Europea”, 2 maggio 2018, presentazione della dott.ssa Angela Frigo, Liaison Officer for EU and International Relations della Fodazione Banco Alimentare Onlus
“Due lezioni sull’Europa”, 2 maggio 2018, incontro organizzato da Oicos, Regione Umbria, Sacro Convento di Assisi in vista del conferimento ad Angela Merkel della Lampada della Pace da parte del Sacro Convento di Assisi. Relazioni del prof. Fabio Raspadori, Università degli Studi di Perugia “Crisi europea o Europa in trasformazione?” e del prof. Marcello Signorelli, Docente di Politica Economica “E se l’Italia tornasse alla lira? Vantaggi, costi e rischi”
“Le Regioni italiane nell'ambito del processo di integrazione europea”, 7 maggio 2018 incontro con il dott. Andrea Ciaffi, dirigente della Conferenza delle Regioni
“Il Volontariato europeo e le opportunità offerte dalla UE per i giovani”, 14 maggio 2018, incontro  con la dott.ssa Alessandra Antognelli del CeSAR - Centro per lo Sviluppo Agricolo e Rurale - Europe Direct Umbria
“Le Imprese umbre e l'Europa, le ricadute positive delle politiche europee nel territorio”, 21 maggio 2018, presentazione, a cura di  Sviluppumbria, SpA, di alcune esperienze di successo di imprese umbre che sono riuscite ad ampliare il proprio business grazie all’accesso a finanziamenti europei diretti: Teamdev, software house da cui sono nate, quali Spean-off ulteriori imprese quali Agricolus e WiseTown; Privé, azienda del settore automotive. Sono beneficiari di Enterprise Europe Network(COSME); UBT Umbria Bioengineering Technologies, spinoff universitario che ha ideato un mammografo digitale
Presentazione di circa 60 report da parte degli studenti del Corso di Diritto dell’Unione europea – Cattedra Jean Monnet relativi a Progetti presentati da imprese o enti pubblici beneficiari di un finanziamento del POR-FESR 2014-2020 della Regione Umbria, 23-28-30 maggio 2018
Tirando le somme di questo primo anno di Progetto EUREL, si può dire che si è trattato di un’esperienza molto stimolante e allo stesso tempo altamente formativa. Chi ha seguito i corsi ed i seminari, infatti, ha potuto apprezzare, attraverso testimonianze di diretti protagonisti, quanto il processo di integrazione sia utile e vantaggioso per lo sviluppo locale e regionale e come tali dinamiche offrano opportunità formative e professionali spesso poco note.
Inoltre, le attività della Cattedra hanno favorito il dialogo tra il mondo accademico, i responsabili politici ed i rappresentati della pubblica amministrazione e del mondo del lavoro, contribuendo a migliorare la governance multilivello delle politiche dell’Unione. 
 
di Fabio Raspadori
titolare della Cattedra Jean Monnet dell’Università degli Studi di Perugia 
(La cattedra Jean Monnet dell’Università di Perugia collabora con il Centro Europe Direct, attraverso il nuovo accordo quadro 2018/2020, nell'ambito del Progetto FISE, Finestra sull'Europa).
 

Archivio

Preoccupa il possibile riconoscimento ad «economia di mercato» della Cina. Soprattutto, ad essere intimorito l'intero comparto della siderurgia europea, provato dalla sovraccapacità nel settore del gigante asiatico. Una questione...
II 2016 è l’anno del Ventennale del Servizio Volontario Europeo, opportunità di mobilità e apprendimento che l’Unione Europea offre ai giovani fra i 17 e i 30 anni.          ...
Un mese di festeggiamenti ed iniziative, che quest'anno hanno reso la festa dell'Europa - a Terni - senza fine. Da sabato 7 maggio a venerdì 27, sei differenti eventi per raccontare di più l'Unione e le sue ricadute...
"Maggio, festa d'Europa" è una mostra di quarantuno tavole - realizzata diciassette anni fa, per il Cantamaggio ternano 1999 - e che Edic Terni ha rispolverato e riproposto, per la festa dell'Europa 2016....
Da qui al 2020, tra i tanti piani messi a punto dall'Unione ce ne sarà uno che farà la differenza più degli altri. Meno noto, ancora in via di definizione su certi aspetti ma incomparabile rispetto ad altri e al passato, per...
Sai che in Europa, ci sono oltre 2 milioni di posti di lavoro non occupati, per mancanza  di professionalità scientifiche e tecnologiche? Tanto per farsi un'idea, un dato che corrisponde a 25 stadi vuoti. Da questa cifra, incrociata...
Un'occasione per riappropriarsi di una parte importante della memoria storica della città e anche per capire come funzionano i finanziamenti europei, in particolare come vengono impiegate le risorse del Por-Fesr: venerdì 27 maggio,...
Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli...
Partendo dai risultati dell'Indice di digitalizzazione dell'economia e della società dell'UE pubblicato a febbraio, oggi la Commissione pubblica la relazione sulla performance digitale degli Stati membri dell'UE.La Commissione ha...
La Commissione europea ha pubblicato oggi la relazione sull’applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea nel 2015. Il documento offre una panoramica del modo in cui i diritti fondamentali sono stati applicati in una...
   La Commissione europea ha aperto una nuova inchiesta «sulle importazioni di prodotti piatti, in acciaio laminato a caldo, provenienti dalla Cina». Un'ulteriore indagine per tentare di ristabilire eque condizioni di scambio...
Dopo la festa multietnica con cui si è aperta la manifestazione e la consueta Giornata europea della Scuola, ora tocca ad "Io sono l'Europa", l'evento cardine del "Maggio d'Europa" Europe Direct Terni...
"La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano" – così ha esordito Robert Schuman, allora ministro degli esteri francese, nella dichiarazione del 1950...
Parlare d’Europa, della sua storia, della sua identità sempre più in discussione, delle sue crisi, del suo futuro e delle sue opportunità. Sono gli obiettivi del “Maggio d’Europa”, il calendario d’...
  Educare alla legalità, come una vera e propria materia. Al di là di cattedre e dei voti. Per farlo, a Terni è venuto anche l'Anac: l'Autorità nazionale anticorruzione. Ospite dell'Istituto Tecnico...
  Europeana è la grande biblioteca digitale europea.  «Una Wikipedia culturale d'Europa» che dal 2008 raccoglie oltre 50 milioni di libri, dipinti, film, oggetti museali, fotografie e documenti d'archivio...
    Grazie ad Erasmus Plus, lo scambio tra Terni e Reims (Francia) si consolida con un certificato professionale europeo     La mobilità professionale europea anche a Terni Una malta diversa dal solito, che amalgama l...
«Dal 1987, la parola Erasmus non solo è entrata a far parte del linguaggio universale europeo, ma è divenuta sinonimo di una certa gioventù. Sempre in movimento e cosmopolita, che a Roma come a Parigi, Madrid o Berlino sceglie...
Finalmente arriva anche a Terni l’Infoday europeo su Erasmus+ il programma integrato per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport dell'Unione. L'appuntamento è domani, venerdì primo aprile al Caos...
Il primo aprile dalle 9 alle 14 è in programma a Terni un infoday su Erasmus +, il programma europeo integrato per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. La giornata informativa e formativa è...