La vertenza AST, Acciai Speciali Terni, da questa estate è al centro dell'attenzione nazionale ed ha coinvolto anche l'Unione europea.
In particolar modo, nelle ultime settimane, la decisione di ThyssenKrupp di avviare le procedure di mobilità per 537 lavoratori delle acciaierie, il 9 ottobre scorso, dopo il fallimento delle trattative con i sindacati e lo stesso Governo, ha coinciso con l'arrivo in città della CCMI (Commissione consultiva per le trasformazioni industriali) del CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo) che nel quadro del semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell'Unione aveva da tempo deciso di riunirsi a Terni per discutere di politiche industriali, in collaborazione con il Centro Europe Direct Terni.
 

La Commissione, presieduta da Carlos Trias Pinto, e della quale fa parte Enrico Gibellieri, esperto del settore siderurgico e fortemente legato al territorio ternano, si è riunita il 10 ottobre. I membri hanno incontrato, tra gli altri, le istituzioni locali: il sindaco Leopoldo di Girolamo e l'assessore regionale dell'economia Vincenzo Riommi. Questi ultimi, discutendo dell'impatto delle politiche industriali europee sul territorio, si sono fatti portavoce della situazione dell'Ast, ponendo forti critiche alle politiche europee sulla concorrenza. soprattutto per come applicate al settore industriale.

A seguito dell'incontro, il 13 ottobre, il presidente della CCMI Trias Pinto è intervenuto direttamente sulla vicenda AST , scrivendo una lettera ai commissari Almunia Joaquin e Nelli Feroci, rispettivamente Commissario europeo per la concorrenza e Commissario europeo per l'Industria e l'Imprenditoria, biasimando "le catastrofiche scelte della Commissione Ue per l'Acciaieria ternana".

La lettera si conclude con la richiesta alla Commissione di "ripristinare il precedente stato delle cose per TK AST" e "mettere in atto un reale dialogo sociale e civile tra le parti sociali e la comunità locale aiutandoli ad evitare qualsiasi azione che possa portare a drammatiche conseguenze economiche e sociali".
In data 31 ottobre è arrivata la risposta dei due commissari europei a Trias Pinto. Nelle lettere inviate al presidente della CCMI,  Nelli Feroci e Almunia Joaquin hanno sottolineato da un lato l’importanza del piano d’azione dell’acciaio della Commissione Europea, e dall’altro le regole della stessa riguardanti le fusioni aziendali. In particolare Almunia sostiene, dal canto suo, che nel caso dell’acquisizione Outokumpu /TK, il ruolo della Commissione è stato quello di “mantenere effettiva la competizione” in Europa nel settore di produzione dell’acciaio e che in tutti i passaggi  “la Commissione ha preso misure specifiche per assicurare che il futuro di AST come grande competitore nel settore dell’acciaio non fosse compromesso”. Il commissario uscente poi nella stessa lettera affronta il caso specifico riguardante la vertenza TK/AST  affermando di comprendere “la situazione di angoscia dei lavoratori” e che  le misure intraprese si inseriscono in un contesto generale di sofferenza del settore dell’acciaio. Almunia aggiunge che le  “ristrutturazioni industriali, dove necessario, sono il solo modo per mantenere competitive le grandi compagnie, sia nell’industria dell’acciaio che che nei settori sottostanti”. Il commissario uscente conclude assicurando di continuare a seguire “ tali questioni da vicino” .
Non resta che attendere l’inizio dei lavori della nuova Commissione Europea, in carica ufficialmente dal primo novembre e l’evolversi della questione Ast/Tk. 
Intanto i lavoratori dell’azienda ternana, dopo una giornata difficile a Roma, quando nella manifestazione del 29 ottobre sotto l'ambasciata tedesca sono stati coinvolti in alcuni scontri con la Polizia, si sono recati anche a Bruxelles. Qui hanno incontrato i parlamentari europei ai quali hanno consegnato un documento nel quale si chiede loro «di sostenere il ‘no’ ai licenziamenti e al contrario mettere in campo azioni alternative a partire dall’utilizzo dei contratti di solidarietà attraverso la riduzione degli orari di lavoro che rappresentano una via di uscita sostenibile da questa crisi» e che «ThyssenKrupp collochi l’Ast dentro una strategia di mercato e di competitività internazionale; i parlamentari europei si impegnino a garantire l’integrità del sito ternano in tutte le sue articolazioni produttive (caldo e freddo) a partire dall’obiettivo di tornare nel triennio ad una produzione di almeno 1,2 milioni di tonnellate di fuso, confermando l’assetto impiantistico con i due forni elettrici; il piano europeo per l’acciaio si doti di strumentazioni immediatamente operative in particolare a partire dai costi dell’energia, evitando un differenziale competitivo così ampio tra i diversi paesi europei e le diverse produzioni energivore».
Nel frattempo, l’attenzione si sposta già sul ministero dello sviluppo economico, dove il 6 novembre riprende il confronto sul caso AST.


Per approfondimenti:
http://www.europedirect.comune.terni.it/content/politiche-industriali-ue-istituzioni-locali-confronto-con-il-ccmi-del-cese

http://www.europedirect.comune.terni.it/sites/default/files/giornale_dellumbria_ast_rebus_vendita_tra_i_silenzi_delleuropa_2014-10-15_1413354367m2.pdf

 

Archivio

La Presidente eletta Ursula von der Leyen ha presentato oggi la sua squadra e la nuova struttura della prossima Commissione europea. La nuova Commissione rispecchierà le priorità e le ambizioni delineate negli orientamenti politici. La...
  Cosa fa per me l’Europa e cosa fa nel mio territorio? E’ quello che intende farci sapere il portale della Commissione europea “What Europe does for me” che è suddiviso in tre macro aree: “Nella mia Regione...
  Dopo tre summit in un mese e tre giorni di trattative per assegnare le poltrone dei top job europei, i 28 stati membri sono riusciti a riempire le caselle e il Parlamento europeo ha mantenuto la sua prerogativa, eleggendo il suo presidente...
La data delle #ElezioniEuropee2019 del 26 maggio si avvicina. Abbiamo  voluto riassumere in questa pagina le informazioni utili sul voto raccolte sia dal sito ufficiale predisposto dal Parlamento Europeo che quelle a livello locale. Ecco...
A chiusura dell'edizione 2018-2019 de Il Volto d'Europa, l'attenzione di Europe Direct e della biblioteca comunale di Terni si rivolge sul racconto dei tanti protagonisti che, con le loro storie, contribuiscono ogni giorno ad alimentare il...
Maggio è il mese delle feste di primavera e della festa dell’Europa, l'anniversario della storica dichiarazione Schuman, che il 9 maggio celebra la pace e l'unità in Europa. Il calendario di eventi organizzati da Europe...
Anche quest'anno quello delle tradizioni europee del Maggio sarà uno dei temi del Cantamaggio ternano. Nel programma della festa cittadina ci sarà infatti il contributo di Europe Direct Terni con l'obiettivo di "tenere...
Dal 18 al 21 marzo in biblioteca comunale di Terni entra nel vivo la manifestazione riservata agli studenti degli istituti superiori del territorio, CinemaGiovani organizzata in collaborazione tra la Direzione servizi educativi e scolastici-progetto...
Mancano meno di tre mesi, all'appuntamento con le elezioni del Parlamento europeo. In Italia si vota domenica 26 maggio 2019. Quanti eurodeputati ? Chi saranno i candidati? Come funziona la campagna ? Le informazioni ufficiali si trovano al link...
Insieme per contare di più, per condividere informazioni, opportunità e progetti europei. E’ l’obiettivo che si sono dati i Comuni di Terni, Spoleto e Amelia sottoscrivendo stamattina a Palazzo Spada un protocollo d’...
Dal 21 gennaio prenderanno il via i Circoli di lingua francese, inglese e spagnola che consentiranno di partecipare a conversazioni di gruppo con tutor madrelingua. Per i più piccoli sarà possibile partecipare al circolo di conversazione...
Si inaugura il 18 dicembre la manifestazione CinemaGiovani, promossa, come di consueto dal Progetto Cinema e Scuola e dal Centro Europe Direct del Comune di Terni e riservato agli studenti degli istituti superiori del territorio. L'intento...
Terza edizione per Il Volto d’Europa, rassegna culturale organizzata dal Centro Europe Direct Terni e biblioteca comunale di Terni sull'Europa e sull’identità europea in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell...
Al via il progetto City Remix per promuovere la conoscenza profonda del patrimonio connesso alla storia industriale della città di Terni e ispirare una visione consapevole ma anche dinamica dell’identità cittadina, del suo passato e...
Al via il laboratorio di tirocinio universitario “Finestra sull’Europa” (FISE), iniziativa giornalistica promossa del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia congiuntamente con lo Europe...
Sabato 13 e domenica 14 ottobre ritornano le Giornate Fai d'Autunno 2018. Sono ben 32 i siti storici, artistici e culturali disseminati in ogni regione d'Italia che in occasione dell'Anno europeo del Patrimonio culturale 2018, hanno...
Torna il progetto Fise, una finestra sull'Europa, un'occasione per svolgere un tirocinio accreditato con il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Perugia, ovvero un laboratori didattico–redazionale...
Nel contesto dell'Anno europeo del patrimonio culturale e dell'iniziativa "Animus Loci", la Rappresentanza  in Italia della Commissione europea organizza un Dialogo con i cittadini a Norcia, in collaborazione con il Comune di...
La Commissione europea ha indetto  un concorso di cortometraggi per giovani registi (18-31 anni) nell’ambito della campagna #EUandME. Per partecipare si dovrà realizzare un video collegato a una delle cinque categorie della campagna:...
La Commissione europea invita le parti interessate a presentare idee di progetti nell'ambito del corpo europeo di solidarietà. Un totale di 44 milioni di euro del bilancio dell'Unione è stato destinato a progetti selezionati che...