Facciamo il punto. Dopo i mesi estivi e la rendicontazione di settembre, è tempo di tirare le fila del progetto Linking Cultures 3, finanziato dal programma UE Erasmus+ e che coinvolge la città di Terni. Si tratta di un’esperienza di collaborazione transnazionale pregressa, avviata nel 2012 attraverso il precedente programma comunitario Gioventù in Azione;  dopo il lancio  e la proposta di progetto del  comune danese di Holbaek , si sono aggiunti dietro al capofila altri progetti complementari candidati nel 2013 dal partner lettone città di Kekava, fino a chiudere il cerchio nel 2014, con la candidatura del Comune di Terni.

MA COS'E' LINKING CULTURES?A inizi luglio 2015 ha avuto conclusione il progetto di scambio trilaterale fra giovani europei supportati da enti pubblici ed associazioni che formalmente hanno candidato il progetto sviluppandone congiuntamente i contenuti.

Perché parlare di  Linking cultures 3, come uno tra i tanti progetti finanziati dall’Unione Europea? Cos'ha di differente dagli altri? Perché Linking Culture 3 coniuga tenacia, curiosità e voglia di mettersi in gioco di tanti ragazzi europei, a cui si aprono interessanti collaborazioni e scenari e per taluni anche una modalità di fare della collaborazione con i giovani una vera e propria attività professionale. Questo anche grazie a metodi innovativi e creativi di partecipazione, alla base dei progetti di collaborazione transnazionali europei.

Progetti tutti incentrati sulla creazione di percorsi di apprendimenti non formali legati a diversi aspetti e politiche su cui i giovani hanno molto da dire. Partendo dalla cultura ai media fino a giungere, con Linking Cultures coordinato dal Comune di Terni, a ipotesi di riutilizzo e riappropriazione di taluni spazi urbani dismessi da parte delle comunità locali e delle istituzioni; tematica importante che accomuna oggi moltissime città europee e su cui sovente il dibattito tra i giovani è molto vivace.

Come accennato, interessante è anche la metodologia sviluppata dal progetto Linking Cultures 3; elemento su cui a Commissione Europea e le Agenzie Nazionali Giovani, che per ciascun paese selezionano i progetti, puntano ed indicano quale valore aggiunto per rafforzare l’esperienza transnazionale dei giovani europei. Tale metodologia si basa su tre canali: educazione formale (la scuola), educazione informale (la famiglia) e metodi non formali (attività con obiettivo specifico). Tale metodologia consente di fissare alcuni obiettivi, in virtù dei quali cominciano a svilupparsi e profilarsi differenti soluzioni a cui lo schema razionale convenzionale, non sempre riesce a fornire la soluzione appropriata. In questo processo viene coinvolto un team building che cooperi e condivida visioni, opinioni e prospettive seppur nella loro differenza, ma con un approccio pratico e creativo.  In tutto questo processo l’inglese è fondamentale e a far la differenza talvolta è anche l'inclusione dell’nterculturalità del gruppo, che incrementa  la conoscenza reciproca e la mobilità verso l'altro così come l'orgoglio dell'appartenenza che si esalta e che aggrega.


 

Erasmus+ Project Results Platform: LA NUOVA PIATTAFORMA UE PER LO SCAMBIO DATI E IL MONITORAGGIO DEI RISULTATI SUI PROGETTI ERASMUS+

Va infine rilevato che la Commissione Europea ha di recente avviato una grossa operazione di comunicazione rendendo noti le sintesi dei progetti ed i risultati attraverso la costituzione della " Erasmus+ Project Results Platform" riferita all’intero Programma Erasmus+ per Educazione, Formazione, Gioventù e Sport.

Si tratta di un’operazione di apertura niente affatto scontata dal momento che si tratta di una piattaforma per la diffusione e valorizzazione dei risultati; espressione che nella progettazione europea sottende molto più che un beneficio a breve termine quanto prodotti, competenze e servizi tangibili con effetti a lungo termine per chi attua il progetto e per la comunità in generale.

Vai a vedere di cosa si tratta, accedendo direttamente alla pagina Facebook di LC3: https://www.facebook.com/LInking-Cultures-579220048764377/timeline/

Accedi direttamente alla Erasmus+ Project Results Platform: http://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/projects/ 

 

 

 


 

 

 

Archivio

  Dopo tre summit in un mese e tre giorni di trattative per assegnare le poltrone dei top job europei, i 28 stati membri sono riusciti a riempire le caselle e il Parlamento europeo ha mantenuto la sua prerogativa, eleggendo il suo presidente...
La data delle #ElezioniEuropee2019 del 26 maggio si avvicina. Abbiamo  voluto riassumere in questa pagina le informazioni utili sul voto raccolte sia dal sito ufficiale predisposto dal Parlamento Europeo che quelle a livello locale. Ecco...
A chiusura dell'edizione 2018-2019 de Il Volto d'Europa, l'attenzione di Europe Direct e della biblioteca comunale di Terni si rivolge sul racconto dei tanti protagonisti che, con le loro storie, contribuiscono ogni giorno ad alimentare il...
Maggio è il mese delle feste di primavera e della festa dell’Europa, l'anniversario della storica dichiarazione Schuman, che il 9 maggio celebra la pace e l'unità in Europa. Il calendario di eventi organizzati da Europe...
Anche quest'anno quello delle tradizioni europee del Maggio sarà uno dei temi del Cantamaggio ternano. Nel programma della festa cittadina ci sarà infatti il contributo di Europe Direct Terni con l'obiettivo di "tenere...
Dal 18 al 21 marzo in biblioteca comunale di Terni entra nel vivo la manifestazione riservata agli studenti degli istituti superiori del territorio, CinemaGiovani organizzata in collaborazione tra la Direzione servizi educativi e scolastici-progetto...
Mancano meno di tre mesi, all'appuntamento con le elezioni del Parlamento europeo. In Italia si vota domenica 26 maggio 2019. Quanti eurodeputati ? Chi saranno i candidati? Come funziona la campagna ? Le informazioni ufficiali si trovano al link...
Insieme per contare di più, per condividere informazioni, opportunità e progetti europei. E’ l’obiettivo che si sono dati i Comuni di Terni, Spoleto e Amelia sottoscrivendo stamattina a Palazzo Spada un protocollo d’...
Dal 21 gennaio prenderanno il via i Circoli di lingua francese, inglese e spagnola che consentiranno di partecipare a conversazioni di gruppo con tutor madrelingua. Per i più piccoli sarà possibile partecipare al circolo di conversazione...
Si inaugura il 18 dicembre la manifestazione CinemaGiovani, promossa, come di consueto dal Progetto Cinema e Scuola e dal Centro Europe Direct del Comune di Terni e riservato agli studenti degli istituti superiori del territorio. L'intento...
Terza edizione per Il Volto d’Europa, rassegna culturale organizzata dal Centro Europe Direct Terni e biblioteca comunale di Terni sull'Europa e sull’identità europea in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell...
Al via il progetto City Remix per promuovere la conoscenza profonda del patrimonio connesso alla storia industriale della città di Terni e ispirare una visione consapevole ma anche dinamica dell’identità cittadina, del suo passato e...
Al via il laboratorio di tirocinio universitario “Finestra sull’Europa” (FISE), iniziativa giornalistica promossa del Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Perugia congiuntamente con lo Europe...
Sabato 13 e domenica 14 ottobre ritornano le Giornate Fai d'Autunno 2018. Sono ben 32 i siti storici, artistici e culturali disseminati in ogni regione d'Italia che in occasione dell'Anno europeo del Patrimonio culturale 2018, hanno...
Torna il progetto Fise, una finestra sull'Europa, un'occasione per svolgere un tirocinio accreditato con il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Perugia, ovvero un laboratori didattico–redazionale...
Nel contesto dell'Anno europeo del patrimonio culturale e dell'iniziativa "Animus Loci", la Rappresentanza  in Italia della Commissione europea organizza un Dialogo con i cittadini a Norcia, in collaborazione con il Comune di...
La Commissione europea ha indetto  un concorso di cortometraggi per giovani registi (18-31 anni) nell’ambito della campagna #EUandME. Per partecipare si dovrà realizzare un video collegato a una delle cinque categorie della campagna:...
La Commissione europea invita le parti interessate a presentare idee di progetti nell'ambito del corpo europeo di solidarietà. Un totale di 44 milioni di euro del bilancio dell'Unione è stato destinato a progetti selezionati che...
La Cattedra Jean Monnet è il più alto riconoscimento accademico concesso dalla Commissione europea agli insegnamenti universitari che si propongono quali eccellenze nella diffusione e nell’approfondimento di tematiche legate al...
Il mercato dell’acciaio è uno di quelli che più ha risentito dei mutamenti dell’economia mondiale degli ultimi 20 anni. Principalmente a causa di due fattori. Il primo, di natura strutturale, è la globalizzazione, che in...