L'Europa non è quella della burocrazia di Bruxelles, l'Europa non è un castello con il ponte levatoio alzato, ma un'istituzione fatta di cittadini, di comunità, di tante realtà. L’Europa è qui”.
Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani lo scandisce in maniera forte e chiara durante la sua ultima visita a Norcia, uno degli epicentri del terremoto del Centro Italia, ma anche la città natale di San Benedetto, patrono d’Europa.
Un’Europa – dice Tajani – che anche attraverso le sue istituzioni vuol essere vicina alla gente di Norcia e, attraverso la gente di Norcia sarà vicina a tutti i cittadini colpiti dal terremoto nell'Italia centrale”.                
Per questo Tajani ha ribadito che, in occasione delle celebrazioni del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, il prossimo 24 marzo la conferenza dei gruppi del Parlamento europeo, il presidente e i vicepresidenti del Parlamento europeo si riuniranno proprio a Norcia davanti alla basilica di San Benedetto che è diventata uno dei simboli del terremoto iniziato nel mese di agosto del 2016.

Il presidente Tajani parla con la gente di Norcia, con i commercianti, con gli imprenditori. Attraverso i media invita tutti a tornare nelle aree montane del centro Italia, ad acquistare i prodotti tipici, ad ammirare e vivere la bellezza dei luoghi, a portare, anche con la semplice presenza, la propria solidarietà.

Poi spiega tecnicamente come stanno operando le istituzioni europee per portare un aiuto ed un sostegno non solo morale alle popolazioni colpite dalla crisi sismica.                                             
Complessivamente – dice Tajani -  l’impegno economico dell’Unione europea in favore della ricostruzione nel Centro Italia può arrivare a 2 miliardi di euro, che è la cifra più alta erogata per calamità naturali da quando esiste l’UE”. “Innanzitutto c’è il fondo di solidarietà: grazie al lavoro eccellente svolto dalla Protezione Civile che ha presentato una relazione molto dettagliata sui danni per un ammontare complessivo di circa 22,5 miliardi di euro, ritengo che alla fine il fondo stanzierà circa un miliardo di euro. Poi con i fondi strutturali e i fondi strutturali aggiuntivi, credo che se lavoriamo bene si potrà arrivare a due miliardi di euro”. “Abbiamo fatto passi importanti in questa direzione per permettere alle regioni di utilizzare i fondi strutturali già assegnati al 100%, cioè di utilizzarli senza ricorrere al cofinanziamento. Inoltre la commissaria Cretu ha deciso di aggiungere ai fondi strutturali già assegnati all’Italia altri 200 milioni di euro: un’altra cifra importante”.
Infine – sottolinea il presidente Tajani - si potranno utilizzare le opportunità derivanti dal piano Juncker, attraverso i finanziamenti della BEI in accordo con la Cassa Depositi e Prestiti”.

La ricostruzione delle abitazioni è senza dubbio la priorità, ma il presidente del Parlamento europeo sottolinea come - allo stesso tempo - sia necessario lavorare per rilanciare l'economia.                                  
"Sono importanti gli interventi sulle infrastrutture - dice - non solo quelle viarie e tradizionali, ma anche sulla banda larga, con l'obiettivo di dare nuove opportunità ai territori montani a rischio spopolamento. Un patrimonio, quello della cultura e della qualità del vivere di queste regioni dell'Italia centrale che l'Europa non può permettersi di perdere".
(intervista a cura della redazione Europe Direct Terni)


 

Gallery

Archivio

Partendo dai risultati dell'Indice di digitalizzazione dell'economia e della società dell'UE pubblicato a febbraio, oggi la Commissione pubblica la relazione sulla performance digitale degli Stati membri dell'UE.La Commissione ha...
La Commissione europea ha pubblicato oggi la relazione sull’applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea nel 2015. Il documento offre una panoramica del modo in cui i diritti fondamentali sono stati applicati in una...
   La Commissione europea ha aperto una nuova inchiesta «sulle importazioni di prodotti piatti, in acciaio laminato a caldo, provenienti dalla Cina». Un'ulteriore indagine per tentare di ristabilire eque condizioni di scambio...
Dopo la festa multietnica con cui si è aperta la manifestazione e la consueta Giornata europea della Scuola, ora tocca ad "Io sono l'Europa", l'evento cardine del "Maggio d'Europa" Europe Direct Terni...
"La pace mondiale non potrà essere salvaguardata se non con sforzi creativi, proporzionali ai pericoli che la minacciano" – così ha esordito Robert Schuman, allora ministro degli esteri francese, nella dichiarazione del 1950...
Parlare d’Europa, della sua storia, della sua identità sempre più in discussione, delle sue crisi, del suo futuro e delle sue opportunità. Sono gli obiettivi del “Maggio d’Europa”, il calendario d’...
  Educare alla legalità, come una vera e propria materia. Al di là di cattedre e dei voti. Per farlo, a Terni è venuto anche l'Anac: l'Autorità nazionale anticorruzione. Ospite dell'Istituto Tecnico...
  Europeana è la grande biblioteca digitale europea.  «Una Wikipedia culturale d'Europa» che dal 2008 raccoglie oltre 50 milioni di libri, dipinti, film, oggetti museali, fotografie e documenti d'archivio...
    Grazie ad Erasmus Plus, lo scambio tra Terni e Reims (Francia) si consolida con un certificato professionale europeo     La mobilità professionale europea anche a Terni Una malta diversa dal solito, che amalgama l...
«Dal 1987, la parola Erasmus non solo è entrata a far parte del linguaggio universale europeo, ma è divenuta sinonimo di una certa gioventù. Sempre in movimento e cosmopolita, che a Roma come a Parigi, Madrid o Berlino sceglie...
Finalmente arriva anche a Terni l’Infoday europeo su Erasmus+ il programma integrato per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport dell'Unione. L'appuntamento è domani, venerdì primo aprile al Caos...
Il primo aprile dalle 9 alle 14 è in programma a Terni un infoday su Erasmus +, il programma europeo integrato per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. La giornata informativa e formativa è...
Torna Cinema e Giovani dal 15 al 18 marzo al Caos-Centro Arti Opificio Siri, organizzato dal Centro Europe Direct Terni, Cinema e Scuola in collaborazione con l’AEDE (associazione europea degli insegnanti) ed il dipartimento promozione sistema...
Dopo cinque giorni di dibattiti, incontri e confronti si conclude oggi ad Orvieto, la trentasettesima seduta nazionale del Parlamento europeo dei Giovani. Per la prima volta in Umbria, l'associazione PEG (Parlamento europeo dei giovani) ha accolto...
 Inviati dell'ANSA per un giorno: la generazione Erasmus racconta l'Europa. E' il nome del concorso giornalistico promosso dall'Agenzia ANSA, con il supporto del Parlamento europeo, destinato ai giovani di età compresa tra i...
    Sarà la prima giornata informativa e formativa a Terni su Erasmus Plus: il programma europeo integrato per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. Venerdì primo aprile 2016  ore 9-14 - alla...
In anticipo rispetto al consueto, quest'anno l'assemblea generale del Parlamento Europeo dei Giovani di Orvieto non sarà un appuntamento per le sole scuole umbre. Per la prima volta, Palazzo del Popolo accoglierà infatti la seduta...
Dal primo febbraio al cinque, in 40 paesi e in oltre 200 città, si terrà la Settimana europea delle Startup 2016, organizzata dallo Startup Europe Team in collaborazione con la Commissione europea e il Comitato delle Regioni. Innumerevoli...
  Entro fine 2016, la rete europea dei servizi pubblici per l'impiego Eures cambierà. Dopo il via libera del Coreper - Comitato dei rappresentanti permanenti dei Paesi Ue – la proposta di riforma presentata dalla commissione...
Con l'anno che sta per finire, Europe Direct Terni vi ricorda che la Commissione europea ha pubblicato per il 2016, il nuovo bando d'invito a presentare proposte per Erasmus+ (EAC/A04/2015), relativo alle tre azioni chiave del Programma, le...