L'Europa non è quella della burocrazia di Bruxelles, l'Europa non è un castello con il ponte levatoio alzato, ma un'istituzione fatta di cittadini, di comunità, di tante realtà. L’Europa è qui”.
Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani lo scandisce in maniera forte e chiara durante la sua ultima visita a Norcia, uno degli epicentri del terremoto del Centro Italia, ma anche la città natale di San Benedetto, patrono d’Europa.
Un’Europa – dice Tajani – che anche attraverso le sue istituzioni vuol essere vicina alla gente di Norcia e, attraverso la gente di Norcia sarà vicina a tutti i cittadini colpiti dal terremoto nell'Italia centrale”.                
Per questo Tajani ha ribadito che, in occasione delle celebrazioni del sessantesimo anniversario dei Trattati di Roma, il prossimo 24 marzo la conferenza dei gruppi del Parlamento europeo, il presidente e i vicepresidenti del Parlamento europeo si riuniranno proprio a Norcia davanti alla basilica di San Benedetto che è diventata uno dei simboli del terremoto iniziato nel mese di agosto del 2016.

Il presidente Tajani parla con la gente di Norcia, con i commercianti, con gli imprenditori. Attraverso i media invita tutti a tornare nelle aree montane del centro Italia, ad acquistare i prodotti tipici, ad ammirare e vivere la bellezza dei luoghi, a portare, anche con la semplice presenza, la propria solidarietà.

Poi spiega tecnicamente come stanno operando le istituzioni europee per portare un aiuto ed un sostegno non solo morale alle popolazioni colpite dalla crisi sismica.                                             
Complessivamente – dice Tajani -  l’impegno economico dell’Unione europea in favore della ricostruzione nel Centro Italia può arrivare a 2 miliardi di euro, che è la cifra più alta erogata per calamità naturali da quando esiste l’UE”. “Innanzitutto c’è il fondo di solidarietà: grazie al lavoro eccellente svolto dalla Protezione Civile che ha presentato una relazione molto dettagliata sui danni per un ammontare complessivo di circa 22,5 miliardi di euro, ritengo che alla fine il fondo stanzierà circa un miliardo di euro. Poi con i fondi strutturali e i fondi strutturali aggiuntivi, credo che se lavoriamo bene si potrà arrivare a due miliardi di euro”. “Abbiamo fatto passi importanti in questa direzione per permettere alle regioni di utilizzare i fondi strutturali già assegnati al 100%, cioè di utilizzarli senza ricorrere al cofinanziamento. Inoltre la commissaria Cretu ha deciso di aggiungere ai fondi strutturali già assegnati all’Italia altri 200 milioni di euro: un’altra cifra importante”.
Infine – sottolinea il presidente Tajani - si potranno utilizzare le opportunità derivanti dal piano Juncker, attraverso i finanziamenti della BEI in accordo con la Cassa Depositi e Prestiti”.

La ricostruzione delle abitazioni è senza dubbio la priorità, ma il presidente del Parlamento europeo sottolinea come - allo stesso tempo - sia necessario lavorare per rilanciare l'economia.                                  
"Sono importanti gli interventi sulle infrastrutture - dice - non solo quelle viarie e tradizionali, ma anche sulla banda larga, con l'obiettivo di dare nuove opportunità ai territori montani a rischio spopolamento. Un patrimonio, quello della cultura e della qualità del vivere di queste regioni dell'Italia centrale che l'Europa non può permettersi di perdere".
(intervista a cura della redazione Europe Direct Terni)


 

Gallery

  • Foto 1
  • Foto 2
  • Foto 3
  • Foto 4
  • Foto 5

Archivio

Norcia ospita domani, venerdì 24 marzo, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani per una riunione simbolica della conferenza dei presidenti del Parlamento europeo con l'obiettivo di marcare la vicinanza alle zone colpite dal...
Il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma cade in un momento particolare e complesso del processo di unificazione europeo.  Per questo, come momento simbolico in cui iniziare a porre la questione di un solido progetto di rilancio...
E’ stato presentato al Parlamento europeo dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker il Libro bianco dell’Ue che esamina il modo in cui l'Europa cambierà nel prossimo decennio (dall'impatto delle nuove...
L'opera, frutto del contributo di cittadini e studenti, è visibile in biblioteca Un successo la giornata internazionale della lingua madre del 21 febbraio abbinata alla rassegna letteraria Il volto d’Europa promossa dal centro Europe...
“La speranza e il desiderio di ricostruire la basilica di San Benedetto possono dare un'ispirazione e una spinta per ricostruire non solo la basilica, ma l'Europa stessa”. A dirlo è padre Benedetto Nivakoff, priore...
“L'Europa non è quella della burocrazia di Bruxelles, l'Europa non è un castello con il ponte levatoio alzato, ma un'istituzione fatta di cittadini, di comunità, di tante realtà. L’Europa è qui...
«La ricostruzione può essere interamente finanziata dai fondi europei di sviluppo regionale, questa è la proposta che abbiamo già avanzato al Parlamento europeo per emendare il regolamento per la gestione dei disastri naturali...
L'Europa a casa nostra anche con la visita speciale, sabato 11 febbraio, della Commissaria europea Corina Cretu, responsabile per la politica regionale. In Italia la Commissaria sarà presente già dal 9 febbraio quando si recherà...
C’è una nuova sezione del nostro sito dove possono essere consultati ulteriori e specifici approfondimenti sul rapporto tra Unione Europea e territorio regionale. Si tratta di articoli, servizi e interviste prodotti del laboratorio...
Domenica 11 dicembre ore 11 in biblioteca comunale incontro con Mircea Cartarescu, candidato al premio Nobel per la letteratura Un appuntamento di grande valore per mettere a fuoco il tema dell’identità europea attraverso l'iniziativa...
Il volto d'Europa è una rassegna letteraria europea e di approfondimento multilingua organizzata in collaborazione tra Europe Direct Terni, biblioteca comunale di Terni, AEDE di Terni, Dipartimento Scienze Politiche dell'Università...
A Terni parte il tirocinio di formazione e comunicazione FISE, una finestra sull'Europa a cura di Europe Direct Terni – Dipartimento di Scienze Politiche e Dipartimento di Economia – Sede di Terni. Il tirocinio darà la possibilit...
Umbrialibri 2016 parla d’Europa attraverso una rassegna di incontri letterari composita che si articola in tre momenti salienti: dal 4 al 6 novembre a Terni, dall’11 al 13 novembre a Perugia e dal 18 al 20 novembre a Foligno. “Il Cuore...
Si svolge venerdì 28 ottobre ore 9 nella sala del centro socio culturale San Francesco di Umbertide l’incontro sulla selezione umbra Startup Europe Awards che avrà luogo a Milano. StartUp Europe Awards è un'...
Il 6 ottobre dalle ore 9 alle ore 13 nella sala Bazzani del Palasì di Terni (piazza della Repubblica, 1 ) la Regione Umbria organizza il seminario Agenda urbana per l’Europa, strategie per l’Agenda digitale e la mobilità...
Il rapporto fra Italia e Europa sarà il tema di due mostre che si terranno dal 15 al 27 settembre all’auditorium San Domenico a Narni. Promosse dal Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri, le due mostre...
Idee rivoluzionarie. Nuovi sistemi che migliorino logistica e gestione, la tutela dell'ambiente e trovate in grado di cambiare il mondo. Ecco cosa finisce ogni anno, sotto la lente dell'Innovation Radar - https://ec.europa.eu/digital-single-...
l Consiglio europeo della ricerca (CER) annuncia i bandi per le sovvenzioni 2017, per un bilancio totale di circa 1,8 miliardi di euro. L'importo è il più elevato dalla sua istituzione, avvenuta nel 2007. È previsto...
Preoccupa il possibile riconoscimento ad «economia di mercato» della Cina. Soprattutto, ad essere intimorito l'intero comparto della siderurgia europea, provato dalla sovraccapacità nel settore del gigante asiatico. Una questione...
II 2016 è l’anno del Ventennale del Servizio Volontario Europeo, opportunità di mobilità e apprendimento che l’Unione Europea offre ai giovani fra i 17 e i 30 anni.          ...