Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli diverrà una nuova casa della città, con gli uffici della Cultura, spazi polifunzionali come la Sala Pirro e bellezze pittorico artistiche quali la sala Apollo e Dafne. Una possibilità resa fattibile grazie anche ai fondi europei di sviluppo regionale 2007-2013 - nell’ambito del Puc2 - che hanno permesso la riqualificazione e il restauro del piano terra, del primo secondo e terzo piano della storica struttura. Europe Direct Terni insieme con la Regione Umbria, presenterà e divulgherà il lavoro fatto per Palazzo Carrara e l'opportunità realizzata con i finanziamenti provenienti dall'Ue.

L'appuntamento è in occasione degli Open EU Project Days – la giornata dei progetti europei 2016 - venerdì 27 maggio e a cui parteciperà anche Terni per la rassegna “L’Europa nella mia Regione!”. (COMUNICATO) Porte aperte a Palazzo Carrara, per scoprire ed interagire con le opere ed i progetti realizzati attraverso i fondi europei dalle ore 10 alle ore 18. (LOCANDINA)

Il restauro coi fondi UE Il percorso di riqualificazione di Palazzo Carrara ha avuto il via con il Programma Puc2, presentato alla Regione in relazione al bando di cui alla Dgr n. 315 del 7/04/08. Nella proposta era inserito un primo progetto per un importo complessivo di un milione e 100 mila euro interamente a valere delle risorse comunitarie Por-Fesr 2007-13, rimaste tali fino ad oggi. A seguito dell’ammissione a finanziamento e successivamente alla sigla dell’accordo di programma è stata sviluppata la progettazione con una prima approvazione del progetto esecutivo in via tecnica con Dgc 22 del 29/01/10, a cui seguiva l’approvazione finale con determina dirigenziale n.1522 del 26/05/11.
La gara d’appalto è stata espletata in continuità con l’approvazione del progetto e svolta con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Con determina dirigenziale n. 3088 del 2/11/11 i lavori venivano aggiudicati alla ditta Salvati Spa di Terni, con un ribasso del 18,01% sull’importo posto a base d’asta di 763.017,13 euro oltre 66.982,87 euro per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso. Il contratto è stato siglato in data 20/12/11 ed i lavori venivano consegnati il 26/04/12 con un cronoprogramma che prevedeva la conclusione dell’opera dopo 407 giorni.
L’intervento ha riguardato il recupero fisico funzionale dell’ala di Palazzo Carrara lato via S.Agape, al fine di ospitare al suo interno prioritariamente gli uffici comunali delle direzioni Servizi Culturali e della scuola. E’ prevista, in particolare, la localizzazione degli uffici al secondo e terzo piano del fabbricato per complessivi 17 unità gli uffici dell’assessorato, rimanendo il piano terra e la grande Sala Tacito del secondo piano a disposizione per attività culturali connesse. Le opere previste comprendevano: il rifacimento della copertura; il consolidamento dei solai e delle murature perseguendo il miglioramento sismico del fabbricato; l’inserimento dell’ascensore, il rifacimento di tutto l’apparato impiantistico anche con la predisposizione per la parte di immobile non interessata all’appalto, l’inserimento dei servizi e l’organizzazione delle unità funzionali destinate ad uffici.


Il concorso Durante la giornata alla riscoperta del Palazzo si potrà partecipare anche ad un concorso bandito dalla Commissione Europea attraverso un cartellone collocato all’interno e collegandosi al sito Internet http://ec.europa.eu/regional_policy/en/

Tanti i premi in palio compreso un viaggio in una delle capitali europee


Il palazzo E' difficile ricostruire la storia del palazzo, strettamente legata a quella della famiglia Carrara, di cui si hanno poche notizie. Il palazzo ricompone un complesso di edifici (il più antico risalente al 1371 circa) realizzati da Francesco Carrara per il personale di servizio alla famiglia; continui interventi nel 15° e 16° secolo ne alterarono le caratteristiche originarie. Un intervento significativo attuato nel 17° secolo portò alla luce tracce di lastricato in pietra rossa al livello del fiume Nera e di condutture del 14° secolo. Dopo l'estinzione della famiglia Carrara, il Comune acquistò il palazzo (1712); una consistente ristrutturazione lo adattò a sede municipale.

Il cornicione della facciata su via Carrara conserva in parte la decorazione cinquecentesca, costituita da due fasce: la superiore, in stucco, rappresenta l'impresa della famiglia Carrara (leoni rampanti e torri); l'inferiore, a graffito, riproduce motivi geometrici. Lungo le scale sono collocati bassorilievi (13°-16° secolo).

Le sale del piano nobile furono decorate nella seconda metà del Seicento. La più importante, detta di "Apollo e Dafne", affrescata da Girolamo Troppa, e ridipinta in buona parte da Guido Miriamo a seguito dei gravi danni riportati per i bombardamenti, presenta nelle pareti lunghe il mito di Apollo e Dafne, sulle altre Giove e la Fama e in un angolo un paggio dietro una tenda trompe-l'oeil. Più integre le decorazioni della volta, che rappresentano al centro Il Carro del Sole, L'Allegoria delle Stagioni e dei Venti e, in due monocromi laterali, Diana e Atteone e Diana e Endimione. Nella sala "Tacito", danneggiata dalla guerra, gli affreschi originali sono stati ridipinti completamente nel 1965 da E. Nicolai.


 

Archivio

Mercoledì 21 giugno, in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, si svolge al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni un incontro aperto sulle “Linee Guida per la buona accoglienza" di Arci Nazionale per...
Il centro Europe Direct del Comune di Terni, a seguito della partecipazione ad una call, è stato selezionato dalla Commissione Europea, insieme ad altri sei in tutta Italia, per la progettazione e organizzazione di un evento sul piano di...
L'Unione europea ha disposto che il contributo alla ricostruzione post-calamità naturali che aveva visitato Norcia e le altre zone colpite dal sisma in Centro Italia, sarà del 95 %. La commissaria Ue alla politica regionale Corina Cretu...
Fa tappa a Terni, il 26 maggio, l'infoday sui programmi europei  "Europa per i Cittadini" ed il sottoprogramma "Europa Creativa". Il programma Europa per i cittadini co-finanzia progetti transnazionali connotati da una forte...
L'Europa in festa anche a Terni grazie alla rete dei centri Europe Direct, filo diretto tra il territorio, i cittadini e la Commissione. Quasi un mese di iniziative che quest'anno si concentrano sul tema della costruzione di una solida identit...
“Europe in my region" è il titolo dell'iniziativa che si svolge ogni anno nel mese di maggio in tutta Europa: si tratta di una campagna della Commissione Europea che prevede una giornata a “porte aperte” per promuovere i...
Il Movimento Federalista Europeo non si definisce un partito, né un semplice gruppo di pressione. S’ispira al pensiero di Altiero Spinelli ed al Manifesto di Ventotene. Ha un obiettivo semplice e difficilissimo al tempo stesso: unire le...
Per un giorno “Norcia è la sede del parlamento europeo”. Lo ha detto con enfasi, Antonio Tajani, presidente dell'europarlamento intervenendo alla conferenza stampa con i giornalisti subito dopo la riunione con i vertici dell'...
Il centro Europe Direct del Comune di Terni, a seguito della partecipazione ad una call, è stato selezionato dalla Commissione Europea, insieme ad altri sei in tutta Italia, per la progettazione e organizzazione di un evento sul FEIS (Fondo...
Norcia ospita domani, venerdì 24 marzo, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani per una riunione simbolica della conferenza dei presidenti del Parlamento europeo con l'obiettivo di marcare la vicinanza alle zone colpite dal...
Il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma cade in un momento particolare e complesso del processo di unificazione europeo.  Per questo, come momento simbolico in cui iniziare a porre la questione di un solido progetto di rilancio...
E’ stato presentato al Parlamento europeo dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker il Libro bianco dell’Ue che esamina il modo in cui l'Europa cambierà nel prossimo decennio (dall'impatto delle nuove...
L'opera, frutto del contributo di cittadini e studenti, è visibile in biblioteca Un successo la giornata internazionale della lingua madre del 21 febbraio abbinata alla rassegna letteraria Il volto d’Europa promossa dal centro Europe...
“La speranza e il desiderio di ricostruire la basilica di San Benedetto possono dare un'ispirazione e una spinta per ricostruire non solo la basilica, ma l'Europa stessa”. A dirlo è padre Benedetto Nivakoff, priore...
“L'Europa non è quella della burocrazia di Bruxelles, l'Europa non è un castello con il ponte levatoio alzato, ma un'istituzione fatta di cittadini, di comunità, di tante realtà. L’Europa è qui...
«La ricostruzione può essere interamente finanziata dai fondi europei di sviluppo regionale, questa è la proposta che abbiamo già avanzato al Parlamento europeo per emendare il regolamento per la gestione dei disastri naturali...
L'Europa a casa nostra anche con la visita speciale, sabato 11 febbraio, della Commissaria europea Corina Cretu, responsabile per la politica regionale. In Italia la Commissaria sarà presente già dal 9 febbraio quando si recherà...
C’è una nuova sezione del nostro sito dove possono essere consultati ulteriori e specifici approfondimenti sul rapporto tra Unione Europea e territorio regionale. Si tratta di articoli, servizi e interviste prodotti del laboratorio...
Domenica 11 dicembre ore 11 in biblioteca comunale incontro con Mircea Cartarescu, candidato al premio Nobel per la letteratura Un appuntamento di grande valore per mettere a fuoco il tema dell’identità europea attraverso l'iniziativa...
Il volto d'Europa è una rassegna letteraria europea e di approfondimento multilingua organizzata in collaborazione tra Europe Direct Terni, biblioteca comunale di Terni, AEDE di Terni, Dipartimento Scienze Politiche dell'Università...