A novembre, continua a preoccupare il fenomeno dell'immigrazione in Europa, ma cambia la percezione che i cittadini Ue hanno della crisi economica. Sono solo due degli ultimi aggiornamenti che fornisce l'ultima relazione del sondaggio Ue - Eurobarometro: il servizio che monitora dal 1973 le tendenze della pubblica opinione nei Paesi membri dell'Unione e negli Stati candidati. Secondo i recenti dati  (diffusi questo mese e relativi a novembre 2015) in Europa c'è meno sfiducia riguardo la situazione economica dell'Unione: oltre il 40% degli intervistati afferma infatti che la situazione nazionale è buona, il 2% in più rispetto alla rilevazione della primavera. Il dato varia però molto da paese a paese: in Italia, ad esempio la percezione positiva è condivisa solo dal 14% del campione.

A detta dei cittadini europei, però l'immigrazione il più importante tra i problemi che l'UE deve affrontare in questo momento: è indicata al primo posto in tutti i paesi - a eccezione del Portogallo. A questo proposito, il 68% degli intervistati si dichiara a favore di una politica europea comune sulla migrazione. Se guardiamo ai dati sulla situazione nazionale, invece, gli Italiani ritengono che il problema più grave per il loro paese sia la disoccupazione. Malgrado le preoccupazioni per l'immigrazione, c'è da notare come gli europei continuano a essere favorevoli alla libera circolazione delle persone, dimostrando che l'opinione pubblica comprende le differenze tra migrazione e libera circolazione. L'inchiesta mostra inoltre che, dopo gli attacchi di Parigi, il terrorismo è considerato con crescente preoccupazione. Per una lettura più esaustiva vi consigliamo di approfondire l'indagine direttamente dal sito ufficiale: http://goo.gl/rhQY63

 

Archivio

Incontro a Palazzo Spada alle ore 16 Scarica il programma
The City Council of Terni and a wide inter-regional partnership were selected as Italy’s second best in the 2010 EDEN award “acquatic tourism” and specifically lake and riverside destinations. On 7th June, Terni went a step further...
I presidenti di 21 paesi dell'Unione europea hanno sollecitato, in un appello congiunto, a partecipare alle elezioni europee del 26 maggio, a sostegno di una Ue "forte e con istituzioni comuni efficaci". L'appello, promosso dal...