La speranza e il desiderio di ricostruire la basilica di San Benedetto possono dare un'ispirazione e una spinta per ricostruire non solo la basilica, ma l'Europa stessa”.
A dirlo è padre Benedetto Nivakoff, priore del monastero benedettino di Norcia, in una fredda mattina di febbraio, in attesa della visita del presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani.

Fino all'ottobre scorso i monaci abitavano nei locali accanto alla basilica, sopra la casa natale di San Benedetto. Dopo il terremoto tutto è cambiato anche per loro. O forse no. Ora pregano e lavorano (come sempre) appena fuori Norcia, dove già prima degli eventi sismici stavano ristrutturando una chiesa, San Benedetto in Monte. In pratica stanno costruendo un nuovo monastero. 


E’ l’unico monastero in costruzione oggi in Europa”, dice il sindaco di Norcia Nicola Alemanno. In attesa di ricostruire la basilica che da secoli caratterizza la piazza di Norcia. Oggi ne rimane in piedi, miracolosamente, solo la facciata, imbracata da Vigili del Fuoco e Protezione Civile in un fitto intreccio di tubi metallici.

Come immagina la nuova basilica, padre Benedetto?
Non si sa ancora come sarà la basilica, ma resterà sempre quella che conosciamo e amiamo da secoli, magari costruita con le tecniche più moderne per evitare che quanto è accaduto con l'ultimo terremoto si possa ripetere. L'importante è che al suo interno riconosciamo la spiritualità e la tradizione benedettine”.


San Benedetto, nato qui nel 450, resta in piedi con la sua statua candida al centro della piazza. Il 21 marzo è la sua festa. La festa del patrono d’Europa, voluto da Papa Paolo VI nel 1964, nell’auspicio che la regola benedettina dell’ora et labora potesse servire ad ispirare la costruzione di un’Europa basata non solo sul lavoro e l’economia, ma anche sulla spiritualità delle sue radici. "San Benedetto - scrisse papa Paolo VI nella lettera apostolica Pacis Nuntius - cementò quell'unità spirituale in Europa in forza della quale popoli divisi sul piano linguistico, etnico e culturale avvertirono di costituire l'unico popolo di Dio; unità che, grazie allo sforzo costante di quei monaci che si misero al seguito di sì insigne maestro, divenne la caratteristica distintiva del Medio Evo".

Padre Benedetto, oggi tutti chiedono cosa può fare l'Europa per Norcia; proviamo invece a girare la domanda: cosa possono fare Norcia e la spiritualità benedettina per l’Europa di oggi?
In quest'epoca post-cristiana la voglia di tornare a San Benedetto che tutta l'Europa sembra dimostrare, riguarda gli aspetti più esterni: la cultura, i manoscritti, tutto ciò che è stato tramandato dai monaci e dai monasteri. Però credo che ci sia anche una sete più profonda d’indagare nella storia monastica, nella figura di San Benedetto e a Norcia, sulle tracce di un senso che l'uomo in questi secoli sembra aver perso. Ovvero la comprensione che l'uomo è più grande quando ha la consapevolezza di essere piccolo, che l’uomo non è il centro del mondo, ma che il centro del mondo è Dio. Questa consapevolezza aiuta l'uomo ad essere più felice. Occorre essere dei semplici operai nella vigna del Signore, come diceva papa Benedetto XVI. Per questo è più giusto che mai che San Benedetto sia il patrono d'Europa”.

Soprattutto dopo un terremoto come quello che ha colpito l’Italia Centrale.
I monaci restano a Norcia, insieme a tanti che, con umiltà e con forza, non ne vogliono sapere di abbandonare la propria terra e le proprie radici. Per questo periodicamente i monaci - racconta il priore - con una processione per i sentieri di montagna, chiedono l'intercessione della Madonna e di San Benedetto patrono d'Europa "affinché una nuova vita sgorghi in queste città e in questi paesi millenari. Quia non est impossibile apud Deum".

Ed è, in fondo, lo stesso obiettivo che si pone, in maniera più laica, ma non meno determinata, l'Unione Europea che il prossimo 24 marzo, come ha confermato il presidente Antonio Tajani, sarà presente a Norcia per una seduta straordinaria dell'Ufficio di Presidenza e dei presidenti dei gruppi parlamentari. Per dimostrare che l'Europa non è nei palazzi, ma in mezzo ai cittadini in difficoltà. Con idee e progetti da condividere, fondi da stanziare e - magari - anche con l'aiuto di San Benedetto.

(a cura della redazione di Europe Direct Terni)

Gallery

  • Foto 1
  • Foto 2
  • Foto 3
  • Foto 4

Archivio

Domenica 11 dicembre ore 11 in biblioteca comunale incontro con Mircea Cartarescu, candidato al premio Nobel per la letteratura Un appuntamento di grande valore per mettere a fuoco il tema dell’identità europea attraverso l'iniziativa...
Il volto d'Europa è una rassegna letteraria europea e di approfondimento multilingua organizzata in collaborazione tra Europe Direct Terni, biblioteca comunale di Terni, AEDE di Terni, Dipartimento Scienze Politiche dell'Università...
A Terni parte il tirocinio di formazione e comunicazione FISE, una finestra sull'Europa a cura di Europe Direct Terni – Dipartimento di Scienze Politiche e Dipartimento di Economia – Sede di Terni. Il tirocinio darà la possibilit...
Umbrialibri 2016 parla d’Europa attraverso una rassegna di incontri letterari composita che si articola in tre momenti salienti: dal 4 al 6 novembre a Terni, dall’11 al 13 novembre a Perugia e dal 18 al 20 novembre a Foligno. “Il Cuore...
Si svolge venerdì 28 ottobre ore 9 nella sala del centro socio culturale San Francesco di Umbertide l’incontro sulla selezione umbra Startup Europe Awards che avrà luogo a Milano. StartUp Europe Awards è un'...
Il 6 ottobre dalle ore 9 alle ore 13 nella sala Bazzani del Palasì di Terni (piazza della Repubblica, 1 ) la Regione Umbria organizza il seminario Agenda urbana per l’Europa, strategie per l’Agenda digitale e la mobilità...
Il rapporto fra Italia e Europa sarà il tema di due mostre che si terranno dal 15 al 27 settembre all’auditorium San Domenico a Narni. Promosse dal Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri, le due mostre...
Idee rivoluzionarie. Nuovi sistemi che migliorino logistica e gestione, la tutela dell'ambiente e trovate in grado di cambiare il mondo. Ecco cosa finisce ogni anno, sotto la lente dell'Innovation Radar - https://ec.europa.eu/digital-single-...
l Consiglio europeo della ricerca (CER) annuncia i bandi per le sovvenzioni 2017, per un bilancio totale di circa 1,8 miliardi di euro. L'importo è il più elevato dalla sua istituzione, avvenuta nel 2007. È previsto...
Preoccupa il possibile riconoscimento ad «economia di mercato» della Cina. Soprattutto, ad essere intimorito l'intero comparto della siderurgia europea, provato dalla sovraccapacità nel settore del gigante asiatico. Una questione...
II 2016 è l’anno del Ventennale del Servizio Volontario Europeo, opportunità di mobilità e apprendimento che l’Unione Europea offre ai giovani fra i 17 e i 30 anni.          ...
Un mese di festeggiamenti ed iniziative, che quest'anno hanno reso la festa dell'Europa - a Terni - senza fine. Da sabato 7 maggio a venerdì 27, sei differenti eventi per raccontare di più l'Unione e le sue ricadute...
"Maggio, festa d'Europa" è una mostra di quarantuno tavole - realizzata diciassette anni fa, per il Cantamaggio ternano 1999 - e che Edic Terni ha rispolverato e riproposto, per la festa dell'Europa 2016....
Da qui al 2020, tra i tanti piani messi a punto dall'Unione ce ne sarà uno che farà la differenza più degli altri. Meno noto, ancora in via di definizione su certi aspetti ma incomparabile rispetto ad altri e al passato, per...
Sai che in Europa, ci sono oltre 2 milioni di posti di lavoro non occupati, per mancanza  di professionalità scientifiche e tecnologiche? Tanto per farsi un'idea, un dato che corrisponde a 25 stadi vuoti. Da questa cifra, incrociata...
Un'occasione per riappropriarsi di una parte importante della memoria storica della città e anche per capire come funzionano i finanziamenti europei, in particolare come vengono impiegate le risorse del Por-Fesr: venerdì 27 maggio,...
Dal 1300 Palazzo Carrara non ha mai smesso di avere una sola ed unica identità. Dietro una stessa facciata, altre mille facce che l'hanno visto dimora residenziale prima, sede municipale e biblioteca comunale poi. Ed ora, dopo sette secoli...
Partendo dai risultati dell'Indice di digitalizzazione dell'economia e della società dell'UE pubblicato a febbraio, oggi la Commissione pubblica la relazione sulla performance digitale degli Stati membri dell'UE.La Commissione ha...
La Commissione europea ha pubblicato oggi la relazione sull’applicazione della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea nel 2015. Il documento offre una panoramica del modo in cui i diritti fondamentali sono stati applicati in una...
   La Commissione europea ha aperto una nuova inchiesta «sulle importazioni di prodotti piatti, in acciaio laminato a caldo, provenienti dalla Cina». Un'ulteriore indagine per tentare di ristabilire eque condizioni di scambio...