È iniziato ufficialmente il 9 gennaio l'Anno europeo dello sviluppo 2015 (EYD2015), con una cerimonia di apertura nella Biblioteca Nazionale della Lettonia a Riga. L'incontro ha visto come protagonisti il primo ministro lettone, nonché neopresidente del Consiglio dell'Unione Europea, Laimdota Straujuma ed il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Junker. Lo scopo principale dell'evento è quello di aumentare la consapevolezza dei cittadini dell'Unione Europea riguardo alle tematiche di sviluppo globale e alle politiche che in questo campo sta decidendo di adottare l'Unione Europea. L'Anno europeo dello sviluppo 2015, oltre a far conoscere il ruolo chiave che l'Unione Europea sta ricoprendo a livello internazionale nel campo dello sviluppo, servirà ad incoraggiare la partecipazione diretta dei cittadini, stimolare il pensiero critico e far conoscere i benefici derivanti dalla cooperazione europea. L'evento di Riga è dunque l'occasione per annunciare non soltanto gli obiettivi a livello comunitario, ma anche le diverse attività di sviluppo pianificate dagli Stati membri per l'anno a venire. Si tratta di un impegno che in primo luogo riguarderà le istituzioni dell'Unione Europea e quelle degli Stati membri, ma che vuole fortemente dare rilievo anche alla necessità di sviluppare, da parte di tutti i cittadini comunitari, un più consapevole senso di responsabilità e di solidarietà.

Archivio

Una guida di 20 pagine sulle elezioni europee del 25 maggio è stata realizzata dal Centro Europe Direct di Terni in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Perugia. La guida, che sarà...
Sono due gli eventi in programma per le prossime settimane in vista delle Elezioni Europee 2014, organizzati a Terni dal centro Europe Direct in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, nell’...
Il ruolo del Parlamento Europeo, le novità introdotte dal Trattato di Lisbona, ciò che possiamo provare a cambiare con il nostro voto nel mese di maggio. Questi e tanti altri sono stati i temi in discussione giovedì nella sede...