Il mercato dell’acciaio è uno di quelli che più ha risentito dei mutamenti dell’economia mondiale degli ultimi 20 anni. Principalmente a causa di due fattori.
Il primo, di natura strutturale, è la globalizzazione, che in questo settore ha visto crescere vertiginosamente la presenza di nuovi produttori come la Turchia, la Corea del Sud, l’India e soprattutto la Cina, che da sola soddisfa più della metà del fabbisogno del pianeta.
Il secondo fattore, è l’ultima grande crisi economica, che ha fatto crollare la richiesta di acciaio di circa il 27% rispetto ai livelli del 2007.
L’unione di questi due elementi ha comportato, per il mercato di questa fondamentale materia prima, un vero e proprio choc, che consiste: in un'eccedenza produttiva, che nel 2016 ha raggiunto circa 737 milioni di tonnellate metriche (ossia il doppio della richiesta del mercato mondiale); nella caduta dei prezzi di circa il 40%; e nella conseguente perdita di 40.000 posti di lavoro. Se a questo aggiungiamo l’insorgere di pratiche protezionistiche e di dumping attuate in misura crescente a livello planetario, la crisi del comparto appare in tutta la sua gravità. 

In questo contesto si colloca la delicata vicenda della AST di TerniSenza entrare nei complessi ed incerti aspetti che concernono il ventilato passaggio dalla Thyssenkrupp a futuri proprietari, ci sembra utile inquadrare la questione in una prospettiva europeaLe istituzioni di Bruxelles, che da sempre seguono il mercato dell’acciaio, recentemente hanno intensificato la loro attenzione. A questo riguardo basti ricordare che l’Europa, con il suo 11% di produzione mondiale, rimane di gran lunga il secondo produttore dopo la Cina. Parliamo di un settore industriale che raggiunge un giro di affari di circa 170 miliardi di euro all’anno, corrispondenti all’1,3% del PIL dell’Unione europea e che dà lavoro a circa 328.000 addetti (senza contare il vastissimo indotto), che operano in oltre 500 impianti presenti in 23 paesi della UE.
Per queste ragioni la Commissione europea nel 2013 ha lanciato il Piano d'azione per una siderurgia europea competitiva e sostenibile, seguendone costantemente l’attuazione. Tra le azioni previste, il monitoraggio del settore e l’attivazione tempestiva per opporsi a pratiche sleali provenienti dall’estero. Come è il caso delle misure di salvaguardia introdotte il 19 luglio 2018 dalla Commissione per contrastare le importazioni di acciaio a basso costo provenienti da paesi terzi, intensificatesi in seguito alle scelte protezionistiche dell’amministrazione statunitense.
Ma ancora più importanti, se si guarda al futuro dell’AST, sono gli incentivi forniti dall’Unione europea per promuovere produzioni di acciaio all’avanguardia sul piano tecnologico, a basso costo energetico ed ecologicamente sostenibili. Ambiti nei quali gli acciai europei già eccellono, ma che di fronte ad una concorrenza sempre più agguerrita, devono essere ulteriormente sviluppati. 
A questo riguardo risultano centrali gli apporti che possono derivare da strumenti quali il Fondo europeo di investimenti strategici (EFSI), i Fondi strutturali e di investimento europei (SIE), quelli provenienti dal Programma Orizzonte 2020 e, ancor più specificamente, dal Fondo di ricerca per il carbone e l’acciaio e dal Progetto ULCOS sulla produzione di acciaio con bassissimi livelli di Co2. Tutti strumenti che possono essere utilizzati o sono appositamente concepiti per promuovere l’eccellenza nella produzione di acciaio e derivati.
E’ su questi campi che si gioca, soprattutto su scala europea, la principale battaglia per la sopravvivenza e lo sviluppo degli impianti industriali del settore.
Questa direzione, d’altronde, è stata già intrapresa dalla ThyssenKrupp, che ha presentato il progetto “ThyssenKrupp Sustainable Technologies RDI” approvato dalla Banca europea par gli investimenti nel maggio del 2017 per un ammontare complessivo di 1.080 milioni di euro. Sarebbe interessante sapere quanto di questi finanziamenti sia stato utilizzato per innovare gli impianti ternani.

Intervento del prof. Fabio Raspadori - Dipartimento di Scienze Politiche - Università degli Studi di Perugia
nell'ambito del Progetto FISE (Finestra sull'Europa) UniPG/Europe Direct Terni.

 

Archivio

Europe Direct del Comune di Terni ha superato con successo la selezione indetta dalla Commissione Europea per il triennio 2018/2020 per il proseguimento dell'attività del Centro nell'ambito della rete ufficiale d'informazione ...
“Io sono cittadino, una questione europea” è il titolo dell’edizione 2017 di CinemaGiovani, il progetto di educazione all'immagine promosso dal Comune di Terni e sostenuto da Europe Direct Terni con la collaborazione di...
Torna Il Volto d'Europa, la rassegna culturale organizzata dal centro Europe Direct Terni insieme alla biblioteca comunale Terni ed Encuentro, festival omonimo di letterature ispano americane. . Lunedì 11 dicembre ore 17 al caffè...
Grande interesse da parte del pubblico per l’evento l’Unione fa la tua forza, sul Piano europeo per gli investimenti organizzato il 15 novembre scorso dalla Commissione Europea tramite il centro Europe Direct del Comune di Terni. Una platea...
Il Centro Europe Direct organizza mercoledì 15 novembre a Terni l'iniziativa L'Unione fa la tua forza, una giornata dedicata al piano europeo per gli investimenti, ai fondi europei, alla tutela dei brevetti e alla nuova disciplina delle...
Jean-Claude Juncker, Presidente della Commissione europea, ha pronunciato oggi a Strasburgo, dinanzi ai membri del Parlamento europeo, il discorso sullo stato dell'Unione 2017, presentando le priorità per l'anno prossimo e delineando la...
I dialoghi con i cittadini fanno tappa a Norcia il 4 settembre. Ricostruzione delle regioni terremotate, corpo europeo di solidarietà e iniziative UE per i giovani saranno al centro del dibattito tra la cittadinanza e i rappresentanti delle...
Un lavoro o un tirocinio per 6000 giovani è l'obiettivo del Corpo europeo di solidarietà che la Commissione europea sostiene attraverso due progetti guidati dal servizio pubblico per l'impiego italiano, l'Agenzia Nazionale per...
Mercoledì 21 giugno, in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato, si svolge al caffè letterario della biblioteca comunale di Terni un incontro aperto sulle “Linee Guida per la buona accoglienza" di Arci Nazionale in...
Il centro Europe Direct del Comune di Terni, a seguito della partecipazione ad una call, è stato selezionato dalla Commissione Europea, insieme ad altri sei in tutta Italia, per la progettazione e organizzazione di un evento sul piano di...
L'Unione europea ha disposto che il contributo alla ricostruzione post-calamità naturali che aveva visitato Norcia e le altre zone colpite dal sisma in Centro Italia, sarà del 95 %. La commissaria Ue alla politica regionale Corina Cretu...
Fa tappa a Terni, il 26 maggio, l'infoday sui programmi europei  "Europa per i Cittadini" ed il sottoprogramma "Europa Creativa". Il programma Europa per i cittadini co-finanzia progetti transnazionali connotati da una forte...
L'Europa in festa anche a Terni grazie alla rete dei centri Europe Direct, filo diretto tra il territorio, i cittadini e la Commissione. Quasi un mese di iniziative che quest'anno si concentrano sul tema della costruzione di una solida identit...
“Europe in my region" è il titolo dell'iniziativa che si svolge ogni anno nel mese di maggio in tutta Europa: si tratta di una campagna della Commissione Europea che prevede una giornata a “porte aperte” per promuovere i...
Il Movimento Federalista Europeo non si definisce un partito, né un semplice gruppo di pressione. S’ispira al pensiero di Altiero Spinelli ed al Manifesto di Ventotene. Ha un obiettivo semplice e difficilissimo al tempo stesso: unire le...
Per un giorno “Norcia è la sede del parlamento europeo”. Lo ha detto con enfasi, Antonio Tajani, presidente dell'europarlamento intervenendo alla conferenza stampa con i giornalisti subito dopo la riunione con i vertici dell'...
Il centro Europe Direct del Comune di Terni, a seguito della partecipazione ad una call, è stato selezionato dalla Commissione Europea, insieme ad altri sei in tutta Italia, per la progettazione e organizzazione di un evento sul FEIS (Fondo...
Norcia ospita domani, venerdì 24 marzo, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani per una riunione simbolica della conferenza dei presidenti del Parlamento europeo con l'obiettivo di marcare la vicinanza alle zone colpite dal...
Il 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma cade in un momento particolare e complesso del processo di unificazione europeo.  Per questo, come momento simbolico in cui iniziare a porre la questione di un solido progetto di rilancio...
E’ stato presentato al Parlamento europeo dal presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker il Libro bianco dell’Ue che esamina il modo in cui l'Europa cambierà nel prossimo decennio (dall'impatto delle nuove...